Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – Dall’arte alla musica, dalla cultura alla moda con il coinvolgimento di centinaia di artisti dislocati in una decina di location diverse. Circa una cinquantina gli eventi ma soprattutto tantissimi potentini che si sono riappropriati del centro storico dimostrando tutta la loro “Ennesima Potenza” che, poi, è il nome dell’iniziativa, giunta alla sua quinta edizione, organizzata dall’associazione omonima presieduta da Canio Sinisi.
Una due giorni di “Fiera dell’arte” e di movida. Una movida che, se giovedì è stata un po’ frenata dalla pioggia, venerdì sera ha dato il meglio di sé.
Variegata l’offerta rigorosamente gratuita al pubblico, pensata come vetrina per i tanti artisti, per lo più giovani, dell’hinterland potentino: dai laboratori per bambini e ragazzi nel chiuso del teatro Stabile alla serie di appuntamenti artistici e musicali con partenza da via Pretoria e dislocati anche nelle piazze Duca della Verdura, Matteotti, Maffei, Pignatari e XI Settembre. In evidenza le esibizioni fino a tarda ora di musica classica, gruppi emergenti e dj set vincitori dell’apposito contest online pensato per l’edizione 2015, inframezzate da esposizioni di pittura, sfilate di moda e mercatino dell’artigianato.
L’entusiasmo e lo spirito di collaborazione non mancano e riguardano tanto le associazioni quanto le istituzioni, a riprova di un bisogno condiviso di mettere a sistema le innumerevoli potenzialità del territorio.
«Nonostante la situazione difficile del Comune di Potenza c’è stata una particolare attenzione a tutte le esigenze – ha spiegato Canio Sinisi, presidente di Ennesima Potenza – L’obiettivo, raggiunto, è stato di regalare alla città un momento di svago e divertimento, grazie al pieno coinvolgimento degli artisti potentini, a cui spesso manca un luogo d’espressione».
Le attività messe in campo hanno abbracciato numerosi aspetti culturali e artistici e si sono rivolti a tutte le fasce d’età. I musicisti che si sono esibiti in piazza Mario Pagano sono stati selezionati attraverso un contest lanciato su facebook per garantire la massima trasparenza.
La chiusura della manifestazione ha visto una serie di concerti ed esibizioni, lettura di poesie in blues a largo San Michele e il gran finale in piazza Mario Pagano con lo special live painting a cura della scuola di fumetto “Red house lab”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •