Tempo di lettura < 1 minuto

Persone non identificate hanno compiuto un atto intimidatorio ai danni dell’assessore alle Attività economiche e produttive del Comune di Cosenza, Maria Rosa Vuono. Gli ignoti hanno colpito a martellate l’auto dell’amministratore, parcheggiata in una piazza della città, danneggiando il parabrezza, lo specchietto retrovisore e fiancata lato passeggero della vettura. Appreso l’accaduto, il sindaco di Cosenza, Salvatore Perugini (nella foto), anche a nome dei componenti della giunta comunale, ha espresso «la più ferma condanna per l’atto intimidatorio compiuto ai danni dell’assessore Vuono alla quale vanno la più calorosa solidarietà ed un abbraccio affettuoso». «Si tratta, purtroppo – ha aggiunto Perugini – dell’ennesimo gesto violento compiuto verso amministratori ed esponenti politici, ma chiunque agisca nell’ombra per creare un clima di paura nella società cosentina sappia che troverà sempre una ferma e decisa resistenza nell’impegno dell’Amministrazione al servizio della città».«Nella certezza che le indagini già avviate dalla magistratura e dalle Forze dell’ordine faranno luce al più presto sull’accaduto, chiedo all’assessore Maria Rosa Vuono di proseguire nel suo lavoro quotidiano, da tutti riconosciuto ed apprezzato, sapendo che l’intera Amministrazione è vicina a lei e alla sua famiglia».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •