Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto

Un anziano di cento anni stato truffato della somma di 800 euro, frutto della pensione che aveva da poco riscosso. L’uomo è stato truffato da un sedicente ispettore dell’Inps che con un pretesto si era fatto aprire la porta di casa dalla badante.
Il fatto è avvenuto a Vibo Valentia, dove don Peppino (così lo chiamano tutti) vive. L’anziano centenario all’età 22 anni venne nominato Podestà del comune dove è nato; per anni durante il ventennio è stato l’amministratore. A lui si devono la costruzione dell’acquedotto ed anche la lotta alla malaria.
L’autore del furto è invece un giovane sui 30 anni, che si è presentato (tra l’altro ben vestito) come ispettore dell’Inps chiedendo all’anziano dei documenti. Approfittando della distrazione della vittima, si è impossessato di una busta contenente il libretto di pensione con dentro 800 euro e si è poi allontanato.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •