X
<
>

Condividi:

Un bilancio tragico quello del maltempo che nelle ultime 24ore ha investito la Calabria provocando ieri la morte di due persone. Un uomo è morto a Reggio Calabria dopo che la sua auto è stata travolta da una frana nella località Villa San Giuseppe nella zona di Pettogallico. Sulla zona sta piovendo dalla notte scorsa. La vittima era un pensionato di 69 anni. L’uomo, che abitava nella frazione Arghillà periferia nord di Reggio Calabria, è stato sommerso da fango e detriti e trascinato con la sua vettura verso il fondovalle dove scorre il torrente Pettogallico. Il corpo è stato recuperato da una squadra dei vigili del fuoco del nucleo speleo – alpino – fluviale che si è calata nel dirupo per recuperare il cadavere. L’altra vittima e’ un commerciante di 34 anni, nel Reggino, è morto sul colpo in un incidente stradale avvenuto all’alba sulla strada statale 106 al bivio per Portigliola, nella locride. Viaggiava a bordo del suo fuoristrada per la forte pioggia che cadeva sulla zona, si è schiantato contro l’ingresso di un bar che a quell’ora era chiuso. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. Il commerciante era sposato e padre di due figli.
Intanto frane e allagamenti sono state segnalate ieri a Reggio Calabria e in varie zone della provincia. Isolata, sempre a Reggio, per una frana la frazione di Sambatello.
Quindici persone sono state soccorse dai vigili del fuoco di Vibo Valentia dopo che erano rimaste bloccate chi in auto, chi nelle proprie abitazioni a causa di allagamenti. Tutta la fascia tirrenica vibonese è stata colpita da un violento acquazzone durato due ore.
Stamattina per fortuna, leggero miglioramento delle condizioni metereologiche anche se la Protezione Civile continuera’ a monitorare l’andamento della situazione, mantenendo alto il controllo del territorio reggino e dell’intera regione per rispondere adeguatamente alle esigenze ed ai bisogni che si dovessero presentare.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA