X
<
>

Condividi:

POTENZA – Ieri sera nella puntata de “Le Iene Show”, tra i temi toccati gli autovelox truccati con oltre 500 denunce, servizi, indagini e reportage esclusivi. Un meccanismo su cui la trasmissione di Italia 1 aveva iniziato a far luce tre anni fa e che ora, dopo tutti gli accertamenti da parte della Guardia di Finanza, ha portato alla denuncia di 558 persone per associazione a delinquere, truffa, frode, fatture false e bancarotta fraudolenta e allo smantellamento della società che gestiva irregolarmente gli autovelox in tutta Italia. Un sistema che ha portato, con oltre 82mila multe indebite, a emettere sanzioni per oltre 11 milioni di euro con un giro di affari che ha permesso al gestore della società di acquistare oltre 200 immobili sul territorio nazionale. Mauro Casciari, a fronte di quanto accaduto in questi giorni, torna a intervistare il titolare dell’agenzia responsabile dell’illecito – che continua a respingere ogni tipo di accusa – e il Generale della Guardia di Finanza di Brescia, che ricostruisce vari anni di indagine, sottolineando anche il ruolo avuto dalle Iene nell’intera vicenda. Un ruolo sottolineato anche dall’invito rivolto a Mauro Casciari di partecipare come relatore alla conferenza stampa dell’indagine indetta dalla Guardia di finanza del comando provinciale di Brescia. Resta il problema delle multe riscosse indebitamente dai comuni, e di migliaia di utenti truffati. Se chi ha ricevuto l’accertamento meno di 60 giorni fa può ancora fare ricorso con successo al prefetto o al giudice di pace di competenza, per gli altri la strada è tutta in salita. Il Codacons ricorda che, nell’analogo procedimento penale sui semavelox, sta sperimentando anche la costituzione di parte civile, grazie alla quale, però, non sarà possibile ottenere la restituzione diretta dei punti della patente persi, ma la restituzione, sotto forma di risarcimento, dei soldi necessari per fare il corso di recupero dei punti e di quelli corrisposti per il pagamento della multa.
Biagio Bellizio originario di Roccanova – Comune Sant’Arcangelo Trimonte;
Vito Bitetti originario di Marsico Nuovo – Comune di Paternopoli amministratore comunale;
Domenico Cianciarulo originario di Marsico Nuovo – Comune di Paternopoli;
Maico Fortunato originario di Marsico Nuovo – Comune di Paternopoli amministratore comunale;
Antonietta Lavecchia originaria di Marsico Nuovo – Comune di Paternopoli amministratore comunale;
Michele Masino originario di Marsico Nuovo – Comune di Paternopoli amministratore comunale;
Giuseppe Riviello originario di Marsico Nuovo – Comune di Paternopoli amministratore comunale.

Emilia Manco

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA