X
<
>

Condividi:

Dodici fucili, quattro dei quali d’epoca perchè risalenti alla seconda guerra mondiale, tutti rubati in regioni del nord Italia, sono stati recuperati dai carabinieri che hanno arrestato due fratelli, Giuseppe ed Angelo Stambè, rispettivamente di 53 e 35 anni.
Il ritrovamento è avvenuto in un terreno in una zona di campagna di Gerocarne, nel vibonese, attiguo ad un terreno dei fratelli Stambè, nel corso di un controllo effettuato dai carabinieri di Soriano, della Compagnia di Serra San Bruno e dello squadrone eliportato «cacciatori». Solo una delle armi, interrate in tubi di plastica, ha la matricola cancellata. In particolare si tratta di fucili a pompa, tre carabine ed uno a tre canne. I quattro fucili armi d’epoca, invece, risalenti alla seconda guerra mondiale, erano in uso, due all’esercito inglese, uno a quello russo ed uno a quello tedesco. I quattro fucili sono perfettamente funzionanti e, secondo i carabinieri, hanno un notevole valore economico.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA