X
<
>

Condividi:

SAN LUCA (Reggio Calabria) – Beni per un valore di quasi 300 mila euro sono stati sequestrati dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza alla famiglia Giorgi di San Luca, in provincia di Reggio Calabria. Questa mattina i militari dell’Arma della Compagnia di Bianco e i finanzieri del Gruppo Locri hanno eseguito un sequestro anticipato di beni emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria nei confronti dei fratelli Antonio e Giovanni Giorgi, rispettivamente di 48 e 45 anni. 

L’indagine ha origine nell’agosto 2011, quando i carabinieri di Bianco hanno eseguito il decreto di sequestro beni per 500 mila euro a carico di Domenico Giorgi. Dagli approfondimenti sulla situazione del suo nucleo familiare, è emersa una sproporzione tra le fonti di reddito dichiarate ai fini fiscali e lo stile di vita anche dei fratelli Antonio e Giovanni, non conviventi. Secondo l’accusa i due avrebbero condotto un tenore di vita di gran lunga sproporzionato rispetto alle proprie fonti di reddito, accumulando ingenti somme di denaro. Il decreto di sequestro emesso lo scorso 8 maggio riguarda un terreno ubicato a Riace e conti correnti, buoni fruttiferi e polizze assicurative di proprietà dei fratelli Giorgi, per un valore complessivo di 276.497,00 euro. Nel corso di perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti e sequestrati ulteriori beni postali fruttiferi, per un valore complessivo di 105 mila euro.
Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA