X
<
>

La vaccinazione nella tensostruttura di Potenza

Condividi:

POTENZA – La Basilicata si aggiudica la medaglia d’argento per la somministrazione del vaccino anti covid agli ultraottantenni. «Come rivelano i dati Gimbe per le vaccinazioni agli over80, la Basilicata viene solo dopo il Trentino Alto Adige (le Province autonome di Trento e Bolzano, ndr). I dati elaborati sulla base di quelli del ministero della Salute, evidenziano come il 22,6% abbia ricevuto la prima somministrazione, mentre il 27,4% ha già ricevuto il ciclo completo. In Italia poi la media nazionale delle persone già vaccinate si attesta al 3,92%, mentre in Basilicata sale al 4,83%, prima regione tra quelle del Meridione», afferma in una nota Vito Bardi, presidente della Regione Basilicata.

Il governatore lucano è soddisfatto ma non intende decelerare. «Non mi accontento di questi dati. Dobbiamo fare molto di più e ho sollecitato le strutture competenti: da ieri sono iniziate le vaccinazioni agli over 80 in alcuni comuni ancora scoperti. E dalla prossima settimana ci concentreremo sulle prime dosi per tutti gli over 80. È una nuova strategia che ha avuto già l’ok dal generale Figliuolo, il quale mi ha assicurato la copertura per la successiva seconda dose di Pfizer», sottolinea Bardi.

Sempre sul fronte delle vaccinazioni l’Asp di Potenza ha informato che l’inoculazione per gli over 80 continuerà come da calendario. I cittadini che a causa delle avverse condizioni meteorologiche fossero impossibilitati a recarsi presso la tensostruttura in piazzale della stazione – fermata San Carlo -potranno recuperare la vaccinazione domani o martedì secondo nuovi calendari che saranno comunicati nelle prossime ore. Ieri nonostante le abbondanti nevicate solo nella mattinata sono stati circa 400 gli ultraottantenni recatisi nella tensostruttura del Qatar per il richiamo della vaccinazione. I volontari della Protezione civile, considerate le precarie condizioni atmosferiche e l’età avanzata dei vaccinandi, hanno adibito un capannone in una sorte di sala d’attesa. La presenza degli accompagnatori e degli stessi operatori ha però creato degli assembramenti che hanno creato non pochi malumori.

IL BOLLETTINO – Sono 151 i nuovi casi positivi al Sars Cov-2 (145 riguardanti residenti lucani) su un totale di 1.594 tamponi molecolari registrati ieri in Basilicata. Lo ha reso noto la task force regionale con il bollettino giornaliero dei contagi. Non si registrano decessi. I lucani guariti o negativizzati sono 71, di cui 23 a Maratea e 14 a Sant’Arcangelo. Nel bollettino di ieri i Comuni con più casi di nuovi contagi sono Picerno (21), Matera (15), Potenza (14). Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 4.197, di cui 4.017 in isolamento domiciliare, mentre sono 13.201 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 393 quelle decedute. Le persone attualmente ricoverate nelle strutture ospedaliere lucane sono 180 (dato invariato): al San Carlo di Potenza, dove si è registrato un focolaio, 35 nel reparto di malattie infettive, 34 in pneumologia, 16 in medicina d’urgenza, 4 in terapia intensiva e 26 in medicina interna covid; all’ospedale Madonna delle Grazie di Matera 34 nel reparto di malattie infettive, 16 in pneumologia, 2 in medicina interna covid e 10 in terapia intensiva. Sale da 13 a 14 il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA