X
<
>

Condividi
Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – La vigilia della primavera del 2021 è stata caratterizzata da un’ondata di maltempo che sta sferzando buona parte della penisola. Ritornano la neve e le temperature rigide anche in Basilicata.
A Potenza e provincia tra venerdì sera e sabato mattina le abbondanti nevicate hanno imbiancato le strade. Non ci sono stati particolari disagi per la circolazione stradale anche perché i mezzi spazzaneve sono entrati in azione sin dalle prime ore del mattino risolvendo le problematiche relative alla viabilità.

A tal proposito il sindaco di Potenza Mario Guarente ha espresso la propria gratitudine al personale comunale e ai volontari della Protezione civile del Comune di Potenza, così come a tutto il personale Acta, che dalle ore 5 di ieri, hanno operato senza soluzione di continuità per garantire l’accessibilità ai siti nei quali sono proseguite le operazioni di somministrazione dei vaccini.

«Anche in questa situazione emergenziale – ha evidenziato il primo cittadino nella nota – alla quale si è sommata l’avversità delle condizioni meteo, le decine di persone che da mesi, quotidianamente, si spendono per garantire servizi indispensabili alla nostra comunità, hanno dimostrato professionalità e senso del dovere. Tutti si sono impegnati oltre quelli che sono i propri compiti, consentendo, pur tra le difficoltà che si sono venute a creare a causa della persistente nevicata, alle persone che dovevano raggiungere gli stand nei quali si stanno somministrando le vaccinazioni, di essere messi nelle condizioni di svolgere le operazioni previste. E grazie anche al loro lavoro che tutti insieme supereremo questa fase critica», ha concluso il sindaco di Potenza.

Qualche disagio è stato invece segnalato in alcuni Comuni della provincia soprattutto nelle prime ore della mattinata. I vigili del fuoco del comando provinciale di Potenza, della sede centrale e delle sedi distaccate, ieri sono intervenuti per mettere in sicurezza alberi e cavi pericolanti a causa della nevicata. I Comuni interessati, oltre al capoluogo, sono stati Grumento, Nova, Tito, San Chirico Raparo, Palazzo San Gervasio, Lauria e Spinoso.
Il maltempo non è destinato a lasciare la Basilicata e il Sud a breve termine. Gli effetti della vasta perturbazione continueranno anche nelle prossime ore su gran parte dell’Europa, che determinerà ancora oggi maltempo sull’Italia centro-meridionale, con piogge e temporali al sud e nevicate sulle zone collinari interne meridionali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il dipartimento della Protezione civile ha valutato per oggi una allerta arancione su parte della Sicilia e allerta gialla sui restanti settori dell’Isola, oltre che in Basilicata, Calabria e nel Basso Fortore in Puglia.
L’avviso prevede venti da forti a burrasca dai quadranti settentrionali sulla Sicilia, specie settore orientale, e su Calabria e Basilicata, specie settori ionici, in estensione alla Puglia, specie settori meridionali. Previste anche mareggiate sulle coste esposte. L’allerta anticipa, inoltre, il persistere di precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia e Calabria, in estensione alla Puglia e alla Basilicata, specie settori meridionali.

Condividi

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA