X
<
>

Condividi:

POTENZA – È come vedere i primi vagiti del Pnrr: ma in attesa dei progetti e dei loro auspicabili impatti economici su una regione morsa dalla crisi demografica e dallo spopolamento, per ora bisogna accontentarsi. Sì, perché la prima ricaduta occupazionale – benché a tempo determinato – riguarderà 23 professionisti lucani da individuare tra quelli che aderiranno al bando di selezione del Dipartimento della Funzione Pubblica per cui c’è tempo fino a lunedì prossimo, 6 dicembre.

IL TIPO DI CONTRATTO

Saranno contratti di collaborazione con un corrispettivo massimo annuo di 108.000 euro, al lordo degli oneri accessori di legge a carico dell’amministrazione e dell’Iva, se dovuta. Sono contratti di durata annuale (dall’1/1 al 31/12 2022) con facoltà di rinnovo. La valutazione avverrà per colloquio.

A darne notizia sono stati sia l’ufficio stampa della giunta regionale che lo stesso presidente Vito Bardi che, in un post sui suoi profili social – facebook e twitter –, ha raccolto attenzione ma anche qualche malumore per i tempi alquanto ristretti (la prima comunicazione, rilanciata soltanto ieri da alcune agenzie di stampa, risale al pomeriggio di giovedì 2 dicembre).

LE POSIZIONI APERTE

Nell’ambito della selezione dei professionisti per il Piano nazionale di Ripresa e resilienza, in Basilicata ci sono 23 posizioni aperte, con scadenza 6 dicembre: in particolare si ricercano 5 ingegneri civili, 1 ingegnere telecomunicazioni, elettronico e elettrotecnico, 1 ingegnere energetico, 1 ingegnere chimico, 2 ingegneri ambientali, 3 geometri, 2 geologi, 3 esperti tecnici in appalti, 2 esperti amministrativi, 1 chimico o fisico, 1 biologo e 1 architetto. Come detto, sono tutti contratti di collaborazione di un anno. Almeno per ora.

BARDI: «GRANDE OPPORTUNITÀ»

«Si tratta di una grande opportunità di lavoro e anche di contribuire a una stagione cruciale per disegnare il futuro della Basilicata, grazie al Pnrr. Abbiamo bisogno di competenze e di energie nuove per realizzare il cambiamento desiderato dai lucani», ha scritto il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, su twitter.

Viene fornito anche il link per partecipare. Di qui si accede alle singole aree suddivise per tipo di profilo lavorativo. In ogni caso, il reclutamento avviene esclusivamente attraverso il portale nazionale “inPA” e le candidature devono pervenire entro le 14 del 6 dicembre.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA