X
<
>

Francesco Perrucci

Tempo di lettura 2 Minuti

Da un mese Francesco Perrucci ha fatto perdere le proprie tracce


MATERA – È scomparso nel nulla da circa un mese, Francesco Perrucci, il commercialista materano di 40 anni, residente a Taneto Gattatico, in provincia di Reggio Emilia.
L’uomo vive solo in quel piccolo paesino, con i familiari tutti nella città dei Sassi. Proprio da Matera è partito l’allarme, con la denuncia di scomparsa presentata alla Stazione carabinieri nei giorni scorsi. I militari di Gattatico sono già entrati nell’abitazione di Perrucci, trovando tutto in ordine, mentre la sua Peugeot grigia è posteggiata regolarmente sotto casa. Laureato in Economia e Commercio all’università di Parma, è iscritto all’Ordine professionale di Parma e ha lavorato a lungo per un noto studio della città ducale, nel suo curriculum ci sono inoltre collaborazioni e consulenze in ambito reggiano. Da circa un mese è sparito senza lasciare traccia. A Taneto il professionista è solito frequentare il bar “Tam tam”, a due passi dalla propria residenza. Un vero e proprio mistero, un giallo apparentemente senza spiegazioni. Perrucci è sparito volontariamente? E se si perchè? Oppure è finito in qualche brutto guaio? Le prime risposte potrebbero arrivare dall’analisi dei tabulati telefonici oltre che dei movimenti bancari.
Attività di perlustrazione con cani addestrati, potrebbero scattare nei prossimi giorni nei dintorni di Taneto. L’obiettivo è quello di trovare qualche elemento utile che possa ricondurre a Perrucci. Per ora i carabinieri hanno effettuato una prima visita e poi un’ispezione all’interno dell’abitazione, dove il professionista vive da solo, in affitto; il proprietario non lo vede da almeno 20 giorni, come pure i titolari del bar, dove il professionista materano si recava quasi ogni giorno prima di tornare a casa. Gli operatori e i volontari della protezione civile sono stati messi in allerta. Nessuna pista è esclusa, anche se l’ipotesi investigativa ritenuta più credibile riguarderebbe possibili problemi economici del professionista. Resta da capire se si sia trattato di un allontamento volontario, oppure se Perrucci sia finito in qualche brutto guaio, a contatto con persone pericolose.
Le chiavi dell’auto erano in casa; se fosse fuggito volontariamente avrebbe potuto raggiungere a piedi la vicina stazione ferroviaria di Sant’Ilario e da lì dirigersi chissà dove. La famiglia, intanto, da Matera, continua a vivere la vicenda all’insegna del  massimo riserbo: nessun appello attraverso i social network o gli organi di stampa, nessun contatto con le autorità locali. Del caso si sta, però, interessando anche la nota trasmissione Rai Chi l’ha visto? Nelle ultime ore una troupe del programma era proprio a Taneto per girare immagini e raccogliere testimonianze.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares