Tempo di lettura 3 Minuti

Intanto i biancazzurri si godono il “rientro” di capitan Iannini, in gol a Vibo

MATERA – E’ attesa per oggi la firma sul contratto per Andrea Mazzarani. Non è il Mazzarani (Francesco) che tutti si attendevano, bensì il fratello. Classe 1989, nato a Roma, ha iniziato la sua carriera con la Cisco. Poi la chiamata all’Udinese in A. Protagonista in Serie B con Crotone (30 presenze, 3 gol) e Modena (36 presenze, 9 gol), poi approda nuovamente in massima serie con il Novara (20 presenze, un gol); il ritorno a Modena lo vede protagonista in una stagione e mezza ad alti livelli (48 presenze, 12 gol), successivamente il passaggio a Chiavari con l’Entella (33 presenze, 7 gol) e lo scorso anno ancora Modena in cadetteria (14 presenze, 3 gol). Adesso è pronto a giocare per la prima volta in terza serie con la maglia del Matera.

IL RITORNO DEL CAPITANO Era il 9 giugno del 2014 quando Gaetano Iannini disse “sì” al Matera. Da quel momento in poi nulla è riuscito ad dividere questo binomio che oggi più di allora appare indivisibile. Neppure due estati fatte di sirene giallorosse: l’ultima trascorsa con il Lecce che premeva per avere il centrocampista e quella precedente le richieste arrivarono da Benevento. In entrambi i casi, però, Iannini ha scelto il biancazzurro, che forse gli ricorda di più l’azzurro della “sua” Napoli. Adesso è tornato titolare nel Matera di Auteri, con al braccio la fascia di capitano. E alla prima gara dal primo minuto ha segnato anche il suo primo gol stagionale. Forse non un caso, ma un qualcosa di scritto che arriva a sancire un amore ritrovato, che, nonostante tutto, non si era mai sopito.

Con la Vibonese a decidere il match è stato il suo gol, nato con la collaborazione di altri due elementi che si stanno distinguendo in maniera positiva in questo inizio di stagione. Stiamo parlando di Saveriano Infantino e Francisco Sartore. Il bomber di Tolve (due gol finora) ha servito l’assist al capitano; il brasiliano ha dato il via all’azione con la sua manovra sulla fascia destra, dimostrando di poter essere un’ottima risorsa per il Matera a partita in corso. Quel che resta è la staffilata che ha superato il portiere dei calabresi Russo, portando, anche se solo per qualche ora, il Matera in vetta alla classifica, con tre vittorie e un pari in questo inizio di campionato.

Iannini, quindi, si è ripreso il suo Matera e questa è una grande, grandissima, nota positiva. Il centrocampista già nelle precedenti occasioni in cui è entrato in campo dalla panchina ha sempre dato una svolta in positivo alla gara, incidendo come pochi sul gioco e anche sul risultato. Auteri lo ha saputo aspettare e lui ha ripagato la pazienza del mister nel migliore dei modi. Adesso non resta che proseguire su questa strada, anche perchè non c’è tempo di cullarsi, visto l’impegno infrasettimanale e visto che domenica c’è una gran bella gatta da pelare. Infatti al “XXI Settembre – Franco Salerno” arriva il Catania. E’ di ieri la notizia che è giunto un altro punto di penalizzazione per gli etnei, che si aggiunge ai 6 punti di penalizzazione già assegnati. La prevendità per il match con i siciliani è già partita.

Didascalia foto:
Andrea Mazzarani con la maglia del Crotone

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •