X

Antonio Petraglia

Tempo di lettura 3 Minuti

MATERA – Di questi tempi, quando c’è un vuoto a livello calcistico, in città ci si interroga su quale futuro avrà il calcio a Matera. Spesso si punta il dito verso l’imprenditoria locale, altre volte verso l’amministrazione comunale, per poi passare a quella provinciale, fino ad arrivare a quella regionale.

Ci si dimentica, spesso, delle realtà più piccole che, dal basso, potrebbero crescere e diventare la prima vera squadra della città.

Ma quando si parla di calcio si vuole tutto e subito. Così ci si guarda intorno e le suggestioni sono tante. Lo è stata lo scorso anno il Rende, lo è stata anche un po’ il neopromosso Bitonto. Ma forse c’è una suggestione che può diventare realtà. Questa suggestione ha un nome e cognome: Antonio Petraglia. Il presidente del Grumentum Val d’Agri, retrocesso dalla Serie D all’Eccellenza lucana per uno strano incastro di classifica avulsa post Covid 19, pare sia stato invitato a fare calcio nella Città dei Sassi. Da più parti è stata recepita e condivisa questa idea, tanto che sono stati creati i presupposti perchè questo avvenga. Importante è stato anche il ruolo dell’amministrazione comunale che, in più occasioni, pare abbia interloquito con persone dell’entourage del presidente del Grumentum. Noi già in passato, il 15 marzo scorso, avevamo scritto di questi contatti per portare la squadra valligiana a Matera. Contatti che in verità non sono mai cessati. Ad oggi, quindi, non si sarebbe più in una fase embrionale, ma in una situazione avanzata, con tanto di incontri che si sono ripetuti (l’ultimo lunedì scorso), oltre che telefonate che avrebbero già tracciato alcune linee guida.

Una conferma indiretta, sul possibile approdo a Matera del titolo sportivo del Grumentum, l’ha data anche un dirigente della società biancazzurra valligiana, già noto all’ambiente materano, ovvero Gino Carrera. Il direttore sportivo del Grumentum, sul suo profilo Facebook, scrive: «Dare tanto molte volte ti porta a grandi delusioni, anche personali (qualcuno lo sa certamente). Giorni, tempo, viaggi e altro, per la grande passione, per il calcio. Ti fanno riflettere: ne vale veramente la pena? Tra qualche giorno una decisione definitiva la prenderò. Nel calcio, sicuramente, ci rimango. Il mio più grande desiderio, contribuire, nel mio piccolo, a fare qualcosa per una città che è nel mio cuore, con i miei tanti amici. Ci vuole però decisione e concretezza, le parole servono a poco. Riportarla nelle categorie che merita, sarebbe un grande successo sportivo».

Il messaggio di Carrera è tutt’altro che cifrato, anzi. Manca solo inserire la parola “Matera” in questo suo post e tutte le caselle andrebbero al loro posto.
Ora c’è da capire come poter portare a Matera il titolo del Grumentum. La strada più facile è la fusione tra due società che, come da comunicato ufficiale del 17 giugno 2020, numero 119, è possibile fino a mercoledì 8 luglio 2020. Una fusione darebbe la possibilità di mantenere il titolo sportivo, ovvero il campionato di Eccellenza, ma al tempo stesso spostare la domiciliazione a Matera. Così si potrà procedere anche ad un cambio di denominazione. In più, mantenendo il titolo sportivo, la neonata società, potrebbe anche fare richiesta di ripescaggio in Serie D. L’accoglimento di tale istanza, inoltre, appare essere anche probabile visto come il Grumentum si è visto privare dell’Interregionale. E non solo: in Figc si guarda molto spesso anche ai bilanci dei club, e quello del Grumentum è in perfetto ordine, con tutti le spettanze pagate regolarmente. Se a questo si unisce il fatto che, a fusione fatta, rappresenterebbe un capoluogo di provincia, il punteggio per essere ripescati in Serie D aumenterebbe ancora.

Insomma, se veramente c’è questa volontà di fare calcio a Matera, i presupposti ci sono tutti.

TRE CLUB IN PRIMA CATEGORIA – Occhio però, non bisogna dimenticarsi di chi c’è già sul territorio. Infatti Matera ha tre formazioni che, attualmente, sono in Prima Categoria. Si tratta dell’Usd Matera Calcio 2019, neopromossa dalla Seconda ma al tempo stesso molto ambiziosa, dell’Asd Sassi Matera e l’Asd Città dei Sassi Matera. Pare che ci sia la possibilità di chiedere anche il ripescaggio, magari nel campionato di Promozione, per ambire ad una leadership cittadina. Staremo a vedere.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares