X
<
>

II terreno con la piscina abusiva (foto da Google maps) e Paolo Campanella

Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – Una seconda misura cautelare, dopo i 6 mesi già trascorsi firmando tre volte a settimana in caserma, per le accuse sulla piscina abusiva realizzata nella proprietà di famiglia. Solo che stavolta, per effetto del divieto di dimora in paese, rischia anche la sospensione dall’incarico di primo cittadino.
E’ questa la prospettiva che si è aperta, nei giorni scorsi, per il sindaco di Castelluccio Inferiore, Paolo Campanella.

Il colpo di scena è arrivato col verdetto della Corte di cassazione che ha respinto il ricorso dei legali di Campanella contro un’ordinanza spiccata a giugno dell’anno scorso dal Tribunale del riesame,
I giudici potentini, infatti, avevano accolto l’appello presentato dai pm di Lagonegro, titolari dell’inchiesta sulla piscina abusiva, contro la decisione del gip del tribunale valnocino, che aveva imposto a Campanella soltanto l’obbligo di firma in caserma.

Come per legge, però, quel provvedimento del Riesame era rimasto inefficace proprio in attesa della Cassazione, che si è espressa 10 mesi dopo. Da capire, quindi, resta la possibilità – o meno – di eseguire la nuova misura cautelare per un reato per cui Campanella è stato già sottoposto a un’altra misura cautelare. Misura che a settembre, peraltro, è stata revocata per scadenza dei termini massimi di durata delle restrizioni alla libertà personale, consentite dalla legge, per reati come quelli contestati.

Sulla vicenda della piscina abusiva ieri si sarebbe dovuta aprire, a Lagonegro, anche l’udienza preliminare per Campanella e altre 8 persone imputate. Ma dal momento che il sindaco nei giorni scorsi ha contratto il covid (Castelluccio è zona rossa dal 21 aprile), e si trova in isolamento domiciliare, l’udienza è stata rinviata.

Idem per un altro processo in cui risulta imputato per omissione di atti d’ufficio e abuso d’ufficio per aver escluso una concittadina dall’elenco degli aspiranti all’incarico di scrutatore alle elezioni del 2018 e averle negato le spiegazioni richieste sull’accaduto.

I sospetti sulla piscina dei Campanella erano esplosi dopo un’attenta segnalazione della minoranza all’interno del consiglio comunale.
Campanella è stato eletto sindaco nel 2016 a capo di una lista civica, nonostante i trascorsi nel centrodestra, e a settembre potrebbe ancora aspirare a un secondo mandato come primo cittadino.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA