Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

Il 52enne del Potentino, ora ai domiciliari, aveva minacciato di divulgare il video su whatsapp

POTENZA – Ha filmato un rapporto sessuale tra una dipendente della società cooperativa di cui è socio di minoranza e l’amministratore della stessa società, per poi ricattare la donna minacciandola di divulgare il video su whatsapp: l’uomo, di 52 anni residente nel Potentino, è stato arrestato stamani dalla Squadra mobile del capoluogo lucano per tentata estorsione, e ora si trova ai domiciliari.

E’ stata la donna, lo scorso febbraio, a denunciare la vicenda alla Polizia, spiegando di aver ricevuto un messaggio su whatsapp contenente la minaccia di divulgazione del video, se non avesse convinto il datore di lavoro a cedere al socio di minoranza le quote societarie alle sue condizioni economiche.

Nel corso delle indagini è emerso che nell’ultimo periodo tra i due soci c’erano stati dei contrasti nella gestione della società: lo scorso agosto a Tito (Potenza), il socio di minoranza ha fermato l’automobile dell’amministratore, aggredendolo, minacciandolo di morte e colpendo ripetutamente il veicolo. Il gip per l’arrestato ha disposto i domiciliari.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •