X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – Ammonta a 28 milioni di euro la spesa programmata dall’Anas per interventi di manutenzione di numerosi viadotti della strada statale 658 Potenza-Melfi: lo ha annunciato la società del Gruppo Fs Italiane, spiegando che i fondi fanno capo a tre diversi accordi quadro.


Gli interventi permetteranno di «implementare gli standard di sicurezza e percorribilità dell’infrastruttura, oltre che la durabilità delle opere» e consisteranno, principalmente, nel risanamento corticale delle strutture, nella impermeabilizzazione degli impalcati, nella nuova pavimentazione stradale, con relativa segnaletica e nella sostituzione dei giunti di dilatazione».
Gli interventi in corso riguardano sei viadotti, gli altri saranno avviati entro il mese di novembre.


I lavori riguardano in particolare i viadotti San Nicola (al km 12,785), per cui sono previsti circa 3 milioni di euro; Scescio, Catavatta, e Rupoli (tra il km 39,473 e il km 43,870), tra i territori comunali di Rionero, Rapolla, Melfi, per 3,5 milioni di euro. In particolare, sul viadotto “Scescio” verrà completata la sostituzione delle barriere di sicurezza con barriere di tipo Anas.
Ancora: Agromonte (al km 29,320) e Strascinati (km 30,558), nei territori comunali di Filiano, Atella e Rionero – 3,7 milioni di euro.


Già consegnati e di prossimo avvio (entro il mese di novembre) gli interventi sui viadotti: Rionero (km 36,865) e Scalzacani (al km 33,960), per circa 3,2 milioni di euro; Vulture e Cipollara, per circa 3,6 milioni di euro.
Durante l’esecuzione delle lavorazioni principali sugli impalcati dei viadotti verrà attivato il senso unico alternato, in funzione dell’avanzamento delle attività, ove possibile in maniera non contestuale, allo scopo di limitare i disagi. Gli interventi che riguardano le sottostrutture delle opere d’arte, invece, non creano particolari interferenze con la circolazione.
Questi lavori si inseriscono nell’ambito del più ampio intervento “Corridoio Potenza, Tito-Brienza, A2 – Lagonegrese con prolungamento alla Melfi-Candela.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA