X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – NE AVEVAMO parlato nei giorni scorsi. A Bucaletto alcune zone sono degradate con accumuli di rifiuti sparsi che peggiorano una situazione già non esaltante di suo. Sulla questione abbiamo chiesto l’intervento dell’assessore Fernando Picerno che nell’esecutivo di Guarente, ha proprio la delega alla Cittadella. «Bisogna dire prima di tutto che l’area fotografata era stata ripulita qualche mese fa.

Purtroppo ci sono persone che non hanno a cuore il decoro della città. Tanto per fare un altro esempio. Avevamo ripulito l’area di Tiera di Vaglio. Dopo due giorni è stata nuovamente invasa dai rifiuti. C’è inciviltà. Ripeto è un’area che è stata fatta liberare diverse volte con un notevole aggravio di spese. Questi incivili devono capire che oltre a fare un danno ambientale alla città, è che questi lavori li pagherà la collettività».

Ma ritornando alla questione del rilancio della Cittadella annuncia che: «siamo in attesa di un finanziamento dalla Regione per 380.000 euro. Abbatteremo più di trenta prefabbricati per continuare con la riqualificazione». Una riqualificazione difficile, denunciata dagli stessi residenti e che prevede prima di tutto, appunto, l’abbattimento delle case esistenti. «Nell’area 8 ho già chiesto agli unici due abitanti rimasti di spostarsi in un altro prefabbricato tra l’altro già individuato».

«Purtroppo – ha voluto chiarire l’assessore che ha la delega alla Cittadella – il Comune in questo caso ha le mani legate. Speriamo che si convincano a lasciare. Una volta sgomberati, chiudiamo tutto anche con dei blocchi per non far passare macchine e camion, perché lì ci vanno anche con i camion – precisa Picerno – e così i furbetti non ci vanno più a buttare la spazzatura. In questa zona è prevista la costruzione di 53 alloggi finanziati dal Ministero e una ottantina del piano città».

Nell’immediato futuro è previsto l’inizio dei lavori per i 70 alloggi dell’Ater nella zona 7. «A fine anno lo votiamo in giunta. Saranno previsti locali commerciali e al primo piano alloggi destinati ai diversamente abili. I “palazzi” saranno di quattro piani più la soffitta». A Bucaletto ci sono anche altri lavori. A breve dovrebbero essere terminati gli interventi sul nuovo centro Caritas e per la fine del 2021 dovrebbero finire anche quelli della nuova chiesa.

  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares