X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

POTENZA – Le segnalazioni sono continue: nonostante ormai la raccolta differenziata sia diventata una realtà concreta da diversi anni, ci sono evidentemente cittadini che non riescono ad abituarsi. E abbandonano così, rifiuti appena possono. Situazioni particolarmente brutte sono nelle aree periferiche, dove si continua ad assistere all’abbandono selvaggio di ogni genere di rifiuto.

Una situazione di degrado che ogni giorno i cittadini segnalano e i consiglieri comunali Rocco Pergola, Vincenzo Telesca, Pierluigi Smaldone, Angela Blasi, Francesco Flore, Roberto Falotico, Angela Fuggetta, Bianca Andretta, Marco Falconeri hanno così deciso di presentare un’interpellanza urgente all’assessore all’Ambiente, Alessandro Galella e al sindaco di Potenza, Mario Guarente.

«L’emergenza sanitaria legata alla pandemia – scrivono – continua ad occupare (purtroppo) buona parte della cronaca che riguarda la nostra città. Nonostante questo, vi sono altre questioni centrali della vita amministrativa del comune che non possono più essere sottovalutate dalla maggioranza di destra. Una di queste è certamente la raccolta dei rifiuti, soprattutto per quanto riguarda alcune aree periferiche della città.

A questo proposito, nonostante le rassicurazioni (al momento prive di effetti concreti) dell’assessore Galella, continuano a pervenire segnalazioni da parte dei cittadini. Le situazioni maggiormente critiche riguardano il quartiere di Bucaletto, Macchia Romana, via Dragonari e via delle Mattine.

All’interno di queste zone della città persiste una situazione di degrado, rifiuti ammassati, cassonetti pieni e cittadini residenti oramai in preda alla disperazione dopo aver segnalato ripetutamente la vicenda all’assessore competente e all’Acta.

Nemmeno un’interrogazione, del 12 marzo scorso, a firma di tutti i gruppi consiliari di centrosinistra ha sortito l’effetto di sensibilizzare gli amministratori rispetto al necessario ripristino del decoro urbano all’interno delle aree sopracitate. Prendiamo atto del fatto che l’amministrazione del “Cambierà tutto” è quella che costringe i potentini a vivere in mezzo all’immondizia. L’ennesimo duro colpo all’immagine e alla dignità della città di Potenza. Per quanto ci riguarda, continueremo ad adoperarci in ogni sede per combattere questo degrado amministrativo».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA