X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Potrebbe esserci anche Italia Viva tra i sostenitori della candidatura a sindaco di Paterno di Tania Gioia, giovane ricercatrice universitaria e consorte del capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Gianuario Aliandro.
L’intesa tra renziani e leghisti si è materializzata negli ultimi giorni, e dovrebbe riprodurre, in piccolo, lo schema inaugurato a fine luglio a Melfi.

Con i referenti di Italia viva affianco a quelli di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega nella foto di gruppo dei sostenitori dell’imprenditore ed ex patron del Melfi calcio, Giuseppe Maglione. Tra i candidati per un posto in consiglio comunale, nella lista guidata da Gioia, dovrebbe esserci, in particolare, il coordinatore cittadino di Italia viva, Nuario Fortunato.


Intanto, nell’altra parte del campo politico, prosegue il braccio di ferro tra i due contendenti per il ruolo di candidato sindaco di Pd e alleati. Con una fetta consistente dell’amministrazione uscente guidata da Michele Grieco, che si è schierata a favore dell’avvocato Michele Cimetti. Mentre va avanti per la sua strada, e non pare intenzionato a fare marcia indietro, anche un altro avvocato, Franco Trivigno, che dalla sua avrebbe la capacità di mobilitare persino qualche simpatizzante di centrodestra.


“Il sottoscritto è una persona seria e già molti mesi fa ha deciso di mettere a disposizione della comunità paternese le proprie idee ed i propri obiettivi e lo farà”. Così nei giorni scorsi Trivigno ha liquidato l’ipotesi di ritirare la sua candidatura in un post su Facebook. Poi è arrivato il programma per i prossimi 5 anni di amministrazione comunale: da un percorso turistico lungo il fiume Agri alla metanizzazione del territorio di Paterno. Passando per un servizio di trasporto pubblico intercomunale, un referendum “per la creazione della Città della Val D’Agri”, e la difesa dell’ospedale di Villa d’Agri.


Paterno è il comune più grande tra quelli della Val d’Agri che andranno al voto il 3 e il 4 ottobre. In contemporanea, infatti, si apriranno le urne anche a Tramutola, Sarconi, e Grumento Nova. Con la Lega di Aliandro e dei fratelli Cicala, Carmine il presidente del Consiglio regionale e Amedeo il sindaco di Viggiano e referente per gli enti locali del Carroccio, determinata a dire la sua praticamente dappertutto.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA