X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Tre domande a Andrey Pistinciuk e Gianfranco Barbarinaldi

Il Brasile passa ai rigori. E’ un segnale? Sarà questo il loro Mondiale?

2)   La Colombia ha fatto fuori l’Uruguay. Per l’Italia è un motivo maggiore per recriminare?

3)  Francia-Nigeria e Germania-Algeria. Doppia sfida Europa-Africa. Come finirà?

 

ANDREY PISTINCIUK

1) Il Brasile é passato solamente grazie ai rigori e per via delle parate di Julio Cesar e sono stati un po’ fortunati, però se vogliono vincere questo mondiale devono avere più determinazione e chiudere subito le partite.

2) L’Uruguay e l’Italia non erano due squadre competitive, pronte alla vittoria del mondiale come le tante altre (Spagna e  Inghilterra) che l’hanno dimostrato sul campo.

Quindi l’Italia uscendo dalla competizione ha avuto quello che si meritava perché non c’era la voglia di vincere.

3) La Francia,  Germania e l’Olanda sembrano le squadre più forti seguite dall’Argentina e Brasile però è un mondiale pieno di sorprese e non vorrei che l’Algeria e la Nigeria facciano brutti scherzi a queste due grandi squadre.

 

GIANFRANCO BARBARINALDI

1) Secondo me il Brasile arriva in finale e se te la devo dire tutta vince il mondiale.

2) Non faccio mai considerazioni partendo dagli altri ma da ciò che sono riuscito a fare, quindi la nostra Nazionale se deve recriminare su qualcosa non è sugli episodi ma sul non gioco espresso. Hanno espresso il basso tasso tecnico che ha espresso il campionato di quest’anno e non solo, se non fosse per qualche straniero sarebbe un pianto, speriamo che capiscano che bisogna cambiare rotta in tempo magari recriminando di meno sull’episodio e pensando a valorizzare i vivai. 

3) Le squadre europee sono più smaliziate e abituate a partecipare ai mondiali con il giusto approccio, cosa che è mancata all’Italia, quindi sulla carta, le europee sono favorite, secondo me la Germania passa di sicuro, mentre per l’altra partita mi aspetto una sorpresa. Altrimenti questo mondiale rischia di diventare monotono.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares