Tempo di lettura 2 Minuti

 

E RASATURA fu. Simone Zaza, dopo essere stato accolto dai compagni di squadra del Sassuolo con l’inno di Mameli, ieri ha subito il “taglio della barba”. Per la gioia di mamma Caterina.

Sì, perchè il bomber della Nazionale italiana di calcio, ormai entrato nei cuori di tutti i tifosi azzurri, è stato “costretto” a radersi  per il volere della donna più importante della sua vita. Così affida ad Instagram lo scatto, con il compagno Emanuele Terranova e altri due amici, del momento del “dopo-barba”.

L’attaccante di Metaponto, nel dopo-partita del match con la Norvegia, nel salottino delle interviste Rai, con la collega Simona Scarnati,   racconta di come la mamma vorrebbe che si tagliasse la barba. E «ogni suo desiderio è un ordine». E allora via la barba. Così da avere ancora di più l’aria di bravo ragazzo. E non fa niente se la Gazzetta dello Sport aveva dedicato un pezzo al suo look, molto simile a quello di Anelka. La barba non c’è più.

«Ci sono riusciti, non vi sopportavo più» posta  su Instagram Simone Zaza,  e poi tre forbicine.

Via la barba, la cresta non c’è già da un po’ di tempo. Restano però i tatuaggi e i cappellini. Infatti anche in questa foto Simone ne indossa uno. Resta sempre il ragazzo lucano che tutti amano. L’antidivo che piace, perchè si fa apprezzare per le prodezze in campo e non per gli eccessi fuori dal rettangolo verde. Adesso non resta che vederlo con la maglia del Sassuolo nel match di domenica a Milano contro l’Inter.

a.mutasci@luedi.it

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •