X
<
>

La presentazione dei nuovi ufficiali. Da sinistra: Cipriano, Bruscià, Montanaro, Molinari e Basilicata

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Cambiano gli equilibri in diversi ruoli chiave dell’Arma dei carabinieri in provinciale di Catanzaro. Sono quattro i nuovi ufficiali presentati ufficialmente oggi nella sede del Comando provinciale, alla presenza del comandante provinciale, colonnello Antonio Montanaro, e dei quattro nuovi ufficiali: tenente colonnello Sergio Molinari, comandante del Gruppo Carabinieri di Lamezia Terme; maggiore Christian Bruscia, comandante della Compagnia di Lamezia Terme; capitano Luigi Cipriano, comandante della Compagnia di Soverato; tenente Felicia Basilicata, comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Catanzaro.

Il colonnello Montanaro, nel presentare i nuovi arrivati, ha espresso soddisfazione: «E’ un giorno importante per il Comando provinciale e devo ringraziare i colleghi che sono andati via per il lavoro che hanno svolto». I nuovi arrivati vantano un curriculum di tutto rispetto, a conferma della grande attenzione nella scelta degli ufficiali per un contesto difficile come la Calabria.

Sono cambiati, dunque, i vertici dell’Arma a Lamezia Terme, considerata realtà in prima linea e particolarmente complessa, oltre che con un territorio vasto, dove la ‘ndrangheta ha mostrato più volte un potere radicato. Al comando del Gruppo è stato chiamato il tenente colonnello Sergio Molinari, che si è detto «orgoglioso per essere arrivato in questa terra per servire lo Stato. Si tratta di un territorio complesso e molto lavorato, con il Gruppo che dopo la sua costituzione ha raggiunto risultati tangibili riconosciuti a tutti i livelli. Si tratta di una esperienza molto impegnativa e formativa». Molinari vanta una lunga esperienza nel Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, quindi ha lavorato in Lombardia e Sardegna. Da segnalare il prestigioso incarico ricoperto nell’Ufficio Affari Giuridici e Condizione Militare del Comando Generale dell’Arma.

La Compagnia di Lamezia è stata affidata al maggiore Christian Bruscia, con alle spalle un curriculum particolarmente importante. Per dieci anni ha avuto incarichi operativi di comando all’interno della Seconda Brigata Mobile carabinieri svolgendo servizio nel primo Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania”, quindi al Gis (Gruppo d’Intervento Speciale) prendendo parte ad attività operative in Italia e all’estero. E’ stato anche responsabile della scorta e della sicurezza delle Ambasciate Italiane a Baghdad e a Tripoli, quindi ha lavorato in Afghanistan e Niger. Particolarmente rilevante l’esperienza maturata nell’antiterrorismo, per una figura che appare particolarmente operativa.

Sarà il capitano Luigi Cipriano a guidare, invece, la Compagnia di Soverato: «Sono onorato e motivato per il trasferimento in Calabria – ha detto – per la quale avevo dato la mia preferenza. E’ una regione dove non ho mai lavorato e ne sto apprezzando la bellezza e la complessità». Tra gli incarichi ricoperti finora dal capitano, quelli a Ragusa e Torre Annunziata. Lo attende una il lavoro in una Compagnia particolarmente complessa sia a libello territoriale che nella lotta alla ‘ndrangheta.

L’ufficiale più giovane è il tenente Felicia Basilicata, al suo primo incarico territoriale a Catanzaro: «Sono onorata per essere stata scelta per questo incarico», ha detto ricordando la sua esperienza di comandante di plotone e istruttrice nella Scuola Allievi carabinieri di Campobasso. Per lei un incarico di prestigio e di responsabilità nel capoluogo di regione.

  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares