Uno dei caschi a disposizione della polizia

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – L’ultima denuncia del Coisp Calabria (Sindacato indipendente di polizia) riguarda i servizi per l’ordine e la sicurezza pubblica: “La salute dei poliziotti impegnati nei servizi di ordine pubblico a Catanzaro è messa in discussione dall’uso di caschi totalmente deteriorati”.

Una denuncia che arriva dopo la giornata di domenica: “Per il derby di ieri tra Catanzaro e Cosenza – evidenzia Giuseppe Brugnano, segretario generale regionale del Coisp, e Rocco Morelli, segretario provinciale organizzativo di Catanzaro – sono stati consegnati ai poliziotti caschi completamente inutilizzabili. L’interno era infatti consumato, con brandelli di spugna penzolanti e una polvere fastidiosissima che impediva una respirazione regolare. Questi caschi sono sempre gli stessi da diversi anni, ma ormai sono inadeguati oltre che pericolosi – spiegano Brugnano e Morelli – senza nemmeno un minimo segnale che poteva derivare dalla pulizia di queste attrezzature, per questo non è possibile andare avanti a Catanzaro ma anche in altre realtà della regione”.

Il Coisp ha sottolineato che “Catanzaro è il capoluogo di regione e qui si svolgono la gran parte delle manifestazioni di protesta, eppure non abbiamo la strumentazione per affrontare questa miriade di iniziative. In questo modo non solo non si garantisce la sicurezza degli operatori – aggiungono Brugnano e Morelli – ma si mette in discussione persino l’igiene per il servizio e la salute dei poliziotti. Questa è un’assoluta mancanza di rispetto da parte dell’amministrazione nei confronti degli operatori che già sono costretti a fare i conti con stipendi da fame e assoluta mancanza di mezzi e tutele. L’appello deve essere chiaro a tutti – conclude il Coisp – senza l’invio di nuovi caschi sarà impossibile garantire i servizi per l’ordine pubblico in maniera igienica e adeguata”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •