X
<
>

La stazione dei Carabinieri di Lamezia Terme Sambiase

Condividi:

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Ennesimo episodio di violenza sulle donne scoperto dai miitari dell’Arma dei Carabinieri questa volta a Lamezia Terme. Un uomo, secondo quanto appurato dai carabinieri, avrebbe costretto la compagnia incinta ad una convivenza, di fatto, forzata con minacce, percosse ed umiliazioni.

Una storia andata avanti sino a quando la donna ha deciso di rivolgersi ai militari di Lamezia Terme che hanno arrestato e posto ai domiciliari Antonio La Polla, di 28 anni, già sottoposto a sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

Secondo quanto appurato, alla donna non era stato permesso neanche di recarsi in ospedale dopo le ultime percosse. Approfittando di un momento di sonnolenza del compagno è uscita di casa per farsi controllare una ferita all’occhio e si è rivolta ai carabinieri della Stazione di Lamezia Terme Sambiase. Gli investigatori hanno ricostruito gli ultimi mesi della vittima caratterizzati, secondo l’accusa, da insulti, minacce, litigi e aggressioni. La donna aveva cercato di interrompere la relazione ma sarebbe stata costretta a riprenderla. L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti, lesioni personali ed atti persecutori in esecuzione di un provvedimento del giudice per le indagini preliminari.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA