Un controllo dei carabinieri a Soverato

Tempo di lettura < 1 minuto

SOVERATO (CATANZARO) – I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Soverato, coadiuvati dalle stazioni di Soverato e Chiaravalle Centrale, e dalla polstrada di Soverato, hanno tratto in arresto Gianluca Ierardi, 30 anni, già noto alle forze dell’ordine, originario di Petilia Policastro.

L’uomo avrebbe minacciato di morte il titolare di un bar situato nel centro di Soverato, infastidendo anche gli altri clienti e pretendendo la consumazione di bevande alcoliche senza corrispondere il prezzo di vendita. Il trentenne è stato bloccato dai militari nei pressi del bar, ma al loro arrivo ha iniziato ad inveire con frasi ingiuriose e minacciose, anche lungo il tragitto per raggiungere la caserma.

Ierardi è stato arrestato con l’accusa di violenza privata e minaccia a pubblico ufficiale. La prima sezione penale del Tribunale di Catanzaro ha convalidato l’arresto, senza disporre misure cautelari.

Le verifiche hanno, però, permesso di accertare che sull’uomo pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione, poiché condannato a 4 anni e sei mesi e 1.200 euro di multa per una rapina commessa nel 2008 a Bologna. Per questo, Ierardi è stato tradotto nel carcere di Catanzaro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •