Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – «Dinanzi all’epidemia coronavirus (Covid-19) è opportuno prendere precauzioni igienico-sanitarie, seguendo scrupolosamente le istruzioni del Ministero della Salute e dei medici di famiglia». Lo scrivono, in una nota, i vescovi calabresi dopo una riunione della Conferenza episcopale calabra.

«Ai presbiteri chiediamo di sostenere i fedeli con sapienza evangelica, trasmettendo loro fiducia, serenità, prudenza e buon senso», si legge nel comunicato della Conferenza episcopale calabra.

I presuli calabri affidano al Signore «con la preghiera soprattutto gli ammalati, gli anziani, quanti operano nel settore sanitario e le famiglie eventualmente coinvolte con il contagio o che sono in quarantena nelle zone rosse».

I vescovi hanno disposto, «per tutto il tempo necessario», alcune misure: «Svuotare le acquasantiere; evitare di bagnarsi gli occhi con l’acqua benedetta in occasione dell’imposizione delle ceneri; evitare il segno della pace durante la messa; evitare la comunione sotto le due specie; evitare, come in uso in molte delle nostre comunità parrocchiali, le condoglianze, al termine dei funerali, dei trigesimi e degli anniversari; lavarsi bene le mani (presbiteri, diaconi, ministri dell’Eucaristia)».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA