Tempo di lettura < 1 minuto

ROMA – Il Csm ha chiuso la querelle relativa all’attacco rivolto al procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, dal Procuratore Generale Otello Lupacchini. La sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura, infatti, ha chiuso il procedimento avviato negli scorsi giorni (LEGGI) disponendo il trasferimento del procuratore Lupacchini da Catanzaro a Torino, con le funzioni di sostituto procuratore generale.

L’ordinanza è stata depositata oggi, accogliendo la richiesta di misura cautelare avanzata dal procuratore generale della Cassazione, Giovanni Salvi, e dal ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che hanno avviato l’azione disciplinare a suo carico e ne hanno chiesto il trasferimento d’ufficio. Lupacchini è accusato, tra l’altro, di avere delegittimato Gratteri, per alcune dichiarazioni, rilasciate durante un’intervista televisiva, sull’operazione anti ‘ndrangheta Rinascita Scott (LEGGI LA NOTIZIA).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •