X
<
>

Totò Antibo ai tempi in cui gareggiava

Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – Sarà effettuato con ogni probabilità domani presso il Policlinico di Catanzaro, l’intervento chirurgico su Totò Antibo, ex primatista italiano dei 5 e dei 10 mila metri di atletica leggera, da circa trent’anni affetto da attacchi epilettici che ne hanno compromesso fortemente le condizioni di salute.

L’ex mezzofondista azzurro, originario di Altofonte, piccolo comune in provincia di Palermo, come riporta il sito Monrealenews.it, da qualche giorno, assieme alla moglie Stefania, si trova nel centro che ha sede a Germaneto, frazione del capoluogo calabro.

L’intervento, di natura neurologica, secondo le previsioni dello staff sanitario del centro, dovrebbe far ridurre in maniera sensibile, anche di due terzi, il numero dei frequenti attacchi che quotidianamente lo raggiungono.

“Per me sarebbe importante – dice Antibo a Monrealenews.it – e cambierebbe notevolmente la qualità della mia vita. In questi giorni ho ricevuto centinaia e centinaia di messaggi di affetto e di vicinanza. Tantissimi gli amici che mi stanno vicino e questo mi dà tanto coraggio per affrontare la gara più delicata della mia vita, quella al termine della quale potrò vincere la medaglia più bella e più importante di sempre”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA