X
<
>

Il luogo dove sono state ritrovate le carcasse dei cani

Tempo di lettura < 1 minuto

COSENZA – E’ stato individuato e denunciato all’autorità giudiziaria l’autore dell’avvelenamento di due cani meticci nel comune di Albi, in provincia di Catanzaro, avvenuto a fine settembre 2020.

I militari del Reparto Carabinieri P.N. “Sila” Stazione di Monaco (Catanzaro) coadiuvati dal servizio veterinario dell’Asp di Catanzaro area “C” erano intervenuti, all’epoca dei fatti, sul luogo a seguito di una segnalazione dove hanno trovato due carcasse di cani e alcuni bocconi/esca sequestrati e inviati all’istituto zooprofilattico di Catanzaro Lido per gli esami di laboratorio che hanno accertato la presenza di sostanze tossicologiche.

Sul posto sono stati utilizzati anche due cani antiveleno Thor (Labrador) e Kira (Malinois) dei Carabinieri Forestali della Stazione Parco di Cerchiara di Calabria, assieme al loro conduttore, che hanno accertato la presenza di molecole di veleno sul terreno nelle immediate vicinanze del ritrovamento.

Le indagini, supportate dalla visione delle videocamere presenti sul territorio e dalle testimonianze di alcuni cittadini hanno fatto si che si risalisse al responsabile dell’avvelenamento, un operaio del luogo ora denunciato alla Procura di Catanzaro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares