X
<
>

Una riunione della Giunta presieduta da Jole Santelli

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – «È stato un soffio, un soffio di entusiasmo, di forza e di amore: di amore per la nostra terra, da difendere da tutto e da tutti. Nella consapevolezza che la Calabria debba finalmente ritrovare l’orgoglio e la capacità di mostrare la sua infinita bellezza. Jole, la nostra cara Jole, credeva profondamente a tutto questo. E adesso è impossibile e straziante dirle addio». Con queste parole gli assessori della giunta regionale della Calabria hanno voluto rendere omaggio alla “loro” presidente, deceduta la scorsa notte.

«Nelle nostre riunioni di giunta – hanno aggiunto – non abbiamo mai fatto cenno alla possibilità di un addio così prematuro, così doloroso. I nostri incontri sono sempre stati pieni di vita e di energia. Grazie a Jole e alla sua forza d’animo, affrontavamo tutto con entusiasmo, passione e speranza. Ora, purtroppo, ancora increduli per quanto accaduto, dobbiamo salutarla, con il cuore colmo di dolore. La giunta regionale della Calabria – concludono gli assessori – era una grande famiglia e Jole era la madre di tutti, sempre attenta, sempre giusta e amorevole. Erano tantissimi a volerle bene. Ha lasciato un vuoto incolmabile».

LO SPECIALE SULLA MORTE DI JOLE SANTELLI

Gli uffici dell’Esecutivo della Cittadella regionale oggi, si sono svuotati dopo la notizia della presidente della Regione. Gli assessori hanno subito raggiunto Cosenza per rendere omaggio alla salma di Jole Santelli, mentre sabato l’imponente struttura di Germaneto di Catanzaro accoglierà le spoglie della presidente per la camera ardente (LEGGI).

Anche i dirigenti e il personale del Consiglio regionale della Calabria hanno voluto rendere omaggio alla presidente scomparsa: «Persone come la nostra Presidente non si scordano mai. Possiamo perdere la presenza, la voce, ma non l’esempio che ci ha lasciato e ciò che abbiamo appreso. Esprimiamo le più sentite condoglianze a tutti i familiari della nostra presidente Iole Santelli».

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares