X
<
>

L'interno del Comalca

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Alcuni dipendenti del Comalca, il Consorzio ortofrutticolo che distribuisce frutta e verdura in tutta la Calabria, sono risultati positivi al Covid-19.

Dopo la notizia di un primo caso positivo i colleghi, ieri, si sono recati al pronto soccorso di Catanzaro per sottoporsi al tampone, ma il personale medico dell’ospedale Pugliese ha spiegato loro che la prassi prevede che sia l’Azienda sanitaria provinciale a gestire lo screening dei contatti.

Al momento non è chiaro, trattandosi di grossa distribuzione alimentare su scala regionale, come saranno affrontati all’interno del mercato, dal Dipartimento di Prevenzione e dai vertici della società, gli eventuali controlli, né si sa se c’è l’intenzione di sanificare l’intera area o di farlo a zone.

La società ha invitato, nell’attesa di nuovi provvedimenti, alla cautela e ad adottare tutte le precauzioni del caso, anche la sospensione delle attività fino agli accertamenti.

In particolare, il Consorzio Mercato Agroalimentare della Calabria ha spiegato che già dalla serata del 28 settembre sono state attivate tutte le segnalazioni amministrative volte a tutelare la salute e la sicurezza sanitaria.

Il Comalca ha invitato gli operatori del mercato affinché, nelle more delle decisioni che saranno attuate dalle stesse Autorità, intraprendessero anche in autonomia ogni misura straordinaria atta a garantire la salute e la sicurezza di tutte le persone operanti nel mercato.

Al contempo, «il Mercato – si legge in una nota del Comalca – prosegue la sua attività mantenendo il più elevato grado di prevenzione e controllo e le più severe verifiche del mantenimento delle distanze interpersonali con l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale già adottate sin dall’inizio della pandemia e che finora hanno garantito il regolare svolgimento dell’attività in piena sicurezza sia per gli operatori che per gli utenti. Con riferimento, infine, ad eventuali misure che le Autorità sanitarie competenti intendessero attivare, il Comalca rimane in attesa di comunicazioni ufficiali mentre ha già disposto la sanificazione dell’intero mercato. Intanto, da stamattina, è chiusa in via precauzionale l’attività dell’operatore il cui dipendente è risultato positivo».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares