X
<
>

Sorbo San Basile

Condividi:

SORBO SAN BASILE (CZ) – La comunità del borgo presilano sta vivendo ore di apprensione a causa dell’aumento dei contagi da Covid 19, le prime avvisaglie, qualche giorno fa, avevano indotto il sindaco Vincenzo Nania a disporre la chiusura della scuola dell’infanzia fino al prossimo 7 dicembre.

Attualmente 13 i soggetti risultati positivi al tampone molecolare, a loro, proprio in queste ore, secondo quanto affermato dal primo cittadino raggiunto telefonicamente, si sarebbero aggiunti un neonato ed un alunno della scuola primaria che, per il momento, sarebbero risultati positivi al tampone antigenico, in attesa della conferma di positività data dal test molecolare.

Un focolaio che in pochi giorni ha ampliato il suo spettro d’azione, concentrandosi però quasi completamente intorno ai plessi scolastici sorbesi interessando dunque soprattutto gli scolari del borgo; a loro ci sarebbero da aggiungere almeno un paio di soggetti adulti, non vaccinati.

La preoccupazione crescente nella comunità e la necessità di mappare e di conseguenza circoscrivere il raggio di azione del virus, hanno indotto Vincenzo Nania a disporre immediatamente l’attivazione di un centro prelievi dove effettuare tamponi antigenici, all’interno delle sale comunali, nella serata di ieri, si sono recate circa un centinaio di persone ma la quasi totalità dei soggetti sottoposti a test rapido, è risultata negativa al Covid 19. Nessuno dei soggetti contagiati, sempre secondo quanto afferma il primo cittadino, quasi tutti riconducibili ad età scolare, sembra presentare malesseri importanti.    

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA