Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Paolo Mascaro è stato giudicato candidabile dalla Corte d’Appello di Catanzaro sezione civile. E’ stata, infatti, respinta anche in secondo grado la richiesta di incandidabilità avanzata dall’avvocatura dello Stato per conto del Ministero dell’Interno e della Procura della Repubblica di Lamezia.

In primo grado ad agosto 2018 anche il tribunale di Lamezia respinse la richiesta di incandidabilità per l’ex sindaco Mascaro ( ora nuovamente candidato a sindaco per le elezioni del 10 novembre prossimo) accolta invece per gli ex consiglieri comunali Pasqualino Ruberto e Giuseppe Paladino.

La richiesta di incandidabilità era stata avanzata in quanto Mascaro, Ruberto e Paladino sono stati ritenuti diretti responsabili dello scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose decretato a novembre 2017 e confermato a settembre scorso dal Consiglio di Stato.

La sentenza d’appello per Mascaro era molto attesa considerato che si è in piena campagna elettorale a Lamezia dove sono in campo sei candidati a sindaco, tra i quali lo stesso Mascaro. L’Avvocatura dello Stato ora potrebbe ricorrere in Cassazione.

  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •