•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura 4 Minuti

CATANZARO – Urne chiuse alle 23 e primi dati che danno in Calabria una vittoria netta di Jole Santelli e della coalizione di centrodestra.

Nei primi numeri emersi subito dopo la chiusura delle sezioni distribuite nei comuni calabresi, Jole Santelli si è attestata fra il 49 e il 53%. Per Pippo Callipo, in corsa per il centrosinistra, “forchetta” tra il 29 e il 33%. Questi sono i dati del Consorzio Opinio Italia per Rai, ma che non si discostano molto da altri numeri resi noti da varie società. Anche la prima proiezione Rai indica un vantaggio di circa 20 punti.

INFOGRAFICA: I RISULTATI IN CALABRIA

Sempre secondo queste prime informazioni, Francesco Aiello, candidato del Movimento 5 Stelle, riuscirebbe a superare lo scoglio dell’8 per cento necessario per andare oltre lo sbarramento previsto per la coalizione. Un dato su cui si attesterebbe anche Carlo Tansi. Per entrambi, però, sarà necessario attendere i dati definitivi per valutare l’effettivo superamento del quorum.

Jole festeggia senza voce e Berlusconi plaude

Jole Santelli, senza voce, ha festeggiato appena un’ora e mezza dopo la chiusura dei seggi: «Sono risultati enormi. Mi permettete di dedicare questa vittoria innanzi tutto ai miei genitori, ai miei nipotini che come tutti i ragazzi della Calabria che devono avere la speranza di poter tornare e vivere in questa terra». La neo presidente della Regione, prima donna eletta governatrice, ha poi aggiunto: «Partiremo dai tanti problemi che ci sono e che vanno affrontati per uscire dalle emergenze. Non esistono imprese impossibili. Sono una espressione storica di Forza Italia, ho trovato in Salvini un alleato serio».

Telefonata in diretta per Silvio Berlusconi: «In Calabria grande risultato di Jole, premia una donna di Forza Italia che ha dedicato la vita alla sua terra. La Calabria sarà l’emblema del riscatto del Sud, terra di eccellenze da valorizzare. Significa che la politica è cambiata e la sinistra non riesce a parlare nemmeno ai suoi elettori di riferimento».

La compagna di Berlusconi in Calabria con Santelli

La compagna di Silvio Berlusconi, Francesca Pascale, e il vicepresidente di Forza Italia, Antonio Tajani, sono in Calabria per seguire lo spoglio delle elezioni regionali insieme alla candidata per il centrodestra, Jole Santelli. Pascale, grande amica della Santelli, e Tajani sono appena arrivati nell’hotel nei pressi di Lamezia Terme dove è allestito il quartier generale della candidata governatrice, insieme alla quale hanno anche cenato. A Lamezia è presenta anche Maurizio Gasparri.

Tajani primo ad esultare poi Salvini

E’ stato Tajani il primo ad esultare per il dato calabrese: «Congratulazioni Jole Santelli! Questa è la vittoria di Forza Italia, per la Calabria e per tutto il Paese. Prepariamoci a tornare al Governo, gli italiani, ancora una volta, hanno detto la loro!». Poi Matteo Salvini: «Un dato che mi riempie di orgoglio, entriamo con forza in Consiglio regionale per unire il Paese nel nome dello sviluppo. Tornerò in Calabria per mantenere gli impegni presi. Ringrazio Jole Santelli che ha fatto una campagna elettorale bestiale. Per la prima volta in una regione del Sud ci siamo e siamo determinanti». Anche Giorgia Meloni ha brindato per la vittoria di Santelli: «Complimenti di cuore a Jole Santelli, neo presidente della Regione Calabria. Ha conquistato una vittoria straordinaria in una terra che ha bisogno di rinascere e Fratelli d’Italia lavorerà al suo fianco per raggiungere questo obiettivo».

L’abbraccio di Zingaretti a Callipo

Per il segretario del Pd Nicola Zingaretti: «Grandissimo abbraccio a Pippo Callipo che si è buttato nella mischia pochi giorni prima del voto. In poche settimane è riuscito ad accendere la passione nella regione. Se il fronte del centrosinistra fosse stato più compatto ci sarebbero stati altri dati. Felice perché il Pd si attesta primo partito in Calabria».

Dal canto suo, Callipo ha detto: «Abbiamo visto le proiezioni e abbiamo visto che la signora Santelli praticamente è in testa abbondantemente, quindi sarà il nuovo presidente della Regione Calabria. Auguri e buon lavoro, noi abbiamo fatto tanto. Sono sceso in campo insieme agli amici del Pd, abbiamo lavorato molto, però i calabresi hanno scelto la coalizione di centrodestra, hanno scelto il partito dei conservatori, non hanno creduto e non hanno voluto una rivoluzione e un cambiamento che avevo promesso di fare. Siccome siamo una terra democratica noi accettiamo questa decisione e faremo la nostra opposizione».

Stefano Graziano, commissario regionale del Pd in Calabria, ha detto: «Ci sono due fatti che colpiscono – ha aggiunto -, la grande astensione, 56 per cento, ed è la parte che ha vinto in questa partita, e poi l’incapacità di tenere unito tutto il campo alternativo al centrodestra. Se il M5S e Tansi si fossero uniti nella battaglia contro la destra sovranista, probabilmente il risultato sarebbe stato diverso».

Pd e Lega si contendono il primo posto

Secondo la quinta proiezione sulle elezioni regionali in Calabria del Consorzio Opionio Italia per Rai, con una copertura del 37%, i risultati delle liste vedono il Pd in testa al 14,7%, poi Lega 11,5%, Fdi 11,5%, Fi 10,7%, Io resto in Calabria 8,8%, Jole Santelli Presidente 7,8%.

Affluenza sotto il 50%

Per quanto riguarda l’affluenza, il dato definitivo è del 44,32%, appena sopra quello delle precedenti regionali con un più 0,16% (LEGGI I DATI DELL’AFFLUENZA) .

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA