X
<
>

La sala del Consiglio regionale

Tempo di lettura 3 Minuti

CATANZARO – L’incertezza sulla data del voto per le elezioni regionali in Calabria spiazza anche le forze politiche, impegnate nella costituzione delle liste. E se per i partiti tradizionali lo schema appare essere più semplice, il Movimento 5 Stelle deve fare i conti con le scelte affidate alla piattaforma Rousseau.

LEGGI LA NOTIZIA DELLA FISSAZIONE DEL VOTO DA PARTE DEL PRESIDENTE F.F. NINO SPIRLÍ

Sfumata la data del 14 febbraio, con la proposta di rinvio del presidente Nino Spirlì dopo le sollecitazioni del Comitato tecnico scientifico, i coordinatori pentastellati in Calabria hanno deciso di spostare le votazioni sulla piattaforma al 7 gennaio, in attesa che possano giungere notizie ufficiali sulla data.

D’altronde, le elezioni per il 14 febbraio avrebbero portato alla presentazione delle liste trenta giorni prima, ma ancora non esiste un rinvio ufficiale e questo non consente di avere certezze sullo schema da seguire, al punto che nei Comuni sono stati affissi i manifesti di indizione del voto e l’iter seguito dalla Regione è in corso, non potendo essere sospeso senza un atto ufficiale.

La nuova data più plausibile è quella dell’11 aprile e in questa direzione è in corso una interlocuzione tra il presidente Spirlì e il presidente della Corte d’Appello di Catanzaro, Domenico Introcaso.

Quest’ultimo, avrebbe chiesto ulteriori approfondimenti alla Regione per comporre tutti gli atti necessari allo slittamento del voto e, già nelle prossime ore, dovrebbe essere composto il carteggio necessario per procedere al rinvio.

A conferma di un andamento incerto, Carlo Tansi ha invece ufficializzato le sue tre liste e ha avviato la raccolta delle firme necessarie per la presentazione della candidatura. Un passaggio obbligatorio per avere la documentazione in regola, non conoscendo però il giorno in cui saranno aperti i seggi.

Proprio Tansi, oggi, ha criticato il clima di incertezza che si respira in Regione: «Il signor Antonino Spirlì (detto Nino) con una comunicazione estemporanea, tipica del singolare personaggio ritrovatosi solo grazie alla designazione del suo amico Matteo Salvini a reggere le sorti della Calabria dopo la prematura scomparsa della presidente in carica Jole Santelli, ha deciso di modificare la data delle Regionali, che – ha aggiunto – non si dovrebbero più celebrare il prossimo 14 febbraio come inizialmente stabilito. Un modo per riaprire il teatrino dei dissensi, dei consensi e dei silenzi».

«I consiglieri regionali, di destra e di sinistra – ha proseguito Tansi – sembrano infatti insistere per mantenere la vecchia data, ma poi neanche più di tanto – prosegue la nota -, perché altri tre o quattro mesi di stipendio, a oltre 12mila euro al mese, fanno comodo e si possono meglio organizzare le “consolidate truppe cammellate dei soliti clienti”. L’assordante silenzio sulla delicata e fondamentale questione delle segreterie nazionali dei soggetti politici di centrodestra e centrosinistra conferma, per entrambe le coalizioni, le forti divergenze interne nella scelta di aspiranti governatori che vadano bene a tutte le componenti. È il motivo per cui lo spostamento risulta, tanto per le destre quanto per la sinistra, una comoda soluzione. Il buon Nino, dunque – ha concluso Tansi – eseguirà gli ordini che gli sono stati impartiti, ma stia certo: qualunque sarà la data del voto, Tesoro Calabria parteciperà alle elezioni sempre più determinato e forte di un consenso crescente e decisivo per vincere e soprattutto imporre il vero cambiamento».

Dal punto di vista strettamente politico, bocciata, almeno da parte del Partito democratico, l’ipotesi di sostenere la candidatura dell’attuale sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, molto legato a Catanzaro dove ha svolto il ruolo di sostituto procuratore in un periodo particolarmente delicato per la giustizia calabrese. A chiudere all’ipotesi De Magistris è stato il capogruppo in Consiglio regionale dei democratici, Domenico Bevacqua, il quale ha sollecitato l’indicazione di una figura calabrese per la candidatura a presidente.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares