X
<
>

La discarica di Lamezia Terme

Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Esplode la polemica sull’utilizzo della discarica di rifiuti di Lamezia Terme da parte di province diversa da quella di Catanzaro.

Il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo ha, infatti, lanciato un ultimatum alla Regione Calabria in materia di rifiuti. Il primo cittadino del capoluogo ha avvisato il dipartimento regionale Ambiente che se entro questa sera non verrà revocata l’autorizzazione alle altre province per conferire presso la discarica di Lamezia Terme, domattina gli 80 sindaci dell’Ato, (Ambito territoriale ottimale) di Catanzaro occuperanno l’impianto.

Abramo rivendica il percorso virtuoso della propria Ato mentre gli altri che pure hanno firmato il piano regionale sono ancora ben lontano anche dai primi passi, in ciò avallati dal comportamento omissivo della Regione.

«In questo contesto non è giusto che l’unico Ato autosufficiente in materia di rifiuti – ha detto il sindaco di Catanzaro – debba sopperire sempre alle mancanze altrui. Ho scritto all’assessore De Caprio e mi aspetto che la Regione ritiri immediatamente il dispositivo perché altrimenti sarà bene che cominci a scegliere già da domani un sito extra-calabrese dove inviare i rifiuti prodotti dagli altri Ato: alla discarica di Lamezia non faremo passare uno spillo».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares