X

Uno spettacolo di tarantella con "Calabria Sona"

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – #iosuonodacasa e #lamusicanonsiferma: con questi due hashtag “Calabria Sona”, circuito che dal 2012 promuove e valorizza la musica “made in Calabria”, lancia l’iniziativa “Concerti lontani per stare vicini”.

«L’iniziativa – spiegano i promotori di “Calabria Sona” – punta a “dare voce ai nostri artisti e soprattutto a dare un segnale di vicinanza e di ‘normalità’ alle tante persone che sono costrette a casa. Un vero e proprio cartellone di concerti, programmati almeno fino al 3 aprile, che riesca, per quanto è possibile, a ‘sostituire’ i concerti dal vivo che sono stati sospesi o rinviati a causa dell’epidemia di Coronavirus, un modo per restare uniti seppur rimanendo in casa».

I concerti potranno essere seguiti, in diretta, sul profilo ufficiale facebook di “Calabria Sona”: il primo è in programma sabato 14 marzo, alle ore 21, con l’house concert di Antonio Grosso, a seguire domenica 15 marzo, alle ore 18, Fabio Curto (già vincitore di “TheVoice” e reduce dal successo nelle selezioni di “Musicultura”) e quindi lunedì 16 marzo, alle ore 21, Francesco Loccisano e la sua chitarra battente.

Sono i primi “live” ma altri “Calabria Sona” ne sta organizzando per i giorni successivi. Non manca comunque anche un altro obiettivo sotteso all’iniziativa “Concerti lontani per stare vicini”.

«Intendiamo anche sensibilizzare il governo e l’opinione pubblica – spiegano i promotori di “Calabria Sona” – sulla criticità della situazione che il settore musicale e specialmente le realtà più piccole maggiormente a rischio stanno attraversando».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares