X
<
>

Il Complesso Monumentale San Giovanni di Catanzaro

Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – Nella suggestiva cornice del Chiostro del Complesso Monumentale San Giovanni di Catanzaro ritorna Graecalis “Il vento della parola antica”. Il settimo ciclo di rappresentazioni classiche a cura del Teatro di Calabria avrà, quest’anno, una veste differente, dovendosi adattare ai tempi e alle circostanze delicate del momento. Tuttavia, il TdC vede questo cambiamento come opportunità per ripensare e reinterpretare la Tragedia greca, ritornando alle origini e raccontando la parte più profonda e pura della poesia e della filosofia al centro della tragedia classica.

Il percorso di Graecalis si strutturerà quindi su due filoni: l’approfondimento filosofico da una parte, lo studio dei cardini drammatici della tragedia dall’altra. Si parte quindi con Progetto Tragedia, l’introduzione ai fondamenti filosofici della tragicità greca con focalizzazione sul personaggio di Medea.

Il professor Luigi La Rosa condurrà gli spettatori in un incredibile viaggio all’interno del personaggio più affascinante e controverso della tragedia greca: Medea. Maga e donna, barbara e omicida, madre e leonessa, Medea incarna la paura dell’oscuro e l’ombra della civiltà, la ferocia schernita, l’arcano che tenta di affrancarsi dai legami del pensiero greco.

La serata farà da introduzione allo spettacolo “Medea – Variazioni sul Mito”, con scene tratte da Medea di Euripide e “Lunga Notte di Medea” di Corrado Alvaro che avrà luogo nel mese di settembre. Domenica 6 settembre, ore 21. Per prenotare il proprio posto: 338.3800703 indicando numero di posti.

Scopri L’Inserto Estate
tutti i giorni in edicola con le edizioni calabresi
del Quotidiano del Sud
La tua guida per una estate esplosiva

Appuntamenti, curiosità ed eventi,
selezionati per te dal tuo Quotidiano

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares