X
<
>

Condividi:

Dal 28 maggio al 4 giugno l’importante manifestazione sportiva che coinvolge le squadre di calcio

CATANZARO – E’ tutto pronto per la 55esima edizione del Torneo delle Regioni di calcio a 11. La storica manifestazione della Lega nazionale dilettanti sbarca in Calabria alla fine di maggio dopo aver vissuto la prima parentesi con la competizione dedicata al futsal e disputata nel marzo scorso.

Presentata invece oggi a Catanzaro, presso l’auditorium del Comitato regionale Calabria, la kermesse che dal 28 maggio al 4 giugno avrà come teatro il capoluogo ed il Golfo di Squillace, ma anche i territori di Crotone e Reggio Calabria. In gara ci saranno tutte le rappresentative espressione dei 20 comitati regionali della Lega Nazionale Dilettanti. Giovanissimi, allievi, juniores e calcio femminile. Alla presentazione ufficiale del torneo hanno preso parte il presidente della Lnd Antonio Cosentino, il governatore della Calabria Gerardo Mario Oliverio, il primo cittadino di Catanzaro Sergio Abramo ed i sindaci dei comuni che ospiteranno l’evento: Soverato, Roccella Ionica, Montepaone, Chiaravalle, Lamezia Terme, Pianopoli, Isola Capo Rizzuto, Badolato, Sellia Marina.

A fare gli onori di casa ci ha pensato il numero uno del Comitato Regionale Calabria, Saverio Mirarchi: «Siamo orgogliosi di ospitare il torneo in Calabria. Era dal 1991 che la nostra regione non ospitava questa manifestazione. Abbiamo chiesto ed ottenuto dalla Lnd di poterlo organizzare alla fine di maggio anche per promuovere adeguatamente il nostro territorio con le sue bellezze e la sua offerta turistica per la stagione estiva. Dalla Regione alla Provincia di Catanzaro sino ai comuni coinvolti tutti hanno offerto il loro pieno sostegno a questo grande evento che rappresenta una grande occasione per tutta la Calabria».

«L’organizzazione del torneo delle regioni è molto complessa – ha dichiatrato il presidente Lnd Antonio Cosentino – Per questo è stato di fondamentale importanza avere il supporto delle istituzioni e delle amministrazioni. Quello del dilettantismo è un movimento dal grande impatto sociale. L’impegno della Lnd va oltre il fatto agonistico, con progetti dedicati al benessere psico-fisico dei nostri giovani, alla sostenibilità ambientale ed alle forme di contrasto alla violenza. Il Torneo delle Regioni è sempre un’occasione speciale per affermare con forza i valori che ci stanno più a cuore: quelli della passione e della lealtà».

«La nostra città è ben lieta di ospitare il Torneo delle Regioni – ha dichiarato il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo – Un evento come questo sarà un grado di dare attenzione al nostro territorio ed a quello degli altri comuni coinvolti».

Il presidente della Regione, Mario Oliverio, ha detto: «Investire nello sport significa per la Calabria aumentare la sua attrattiva nel panorama nazionale. Occasioni come queste sono in grado di portare benefici tangibili, soprattutto sul fronte turistico», ha sottolineato Oliverio ricordando anche i recenti successi del Crotone, la tappa del Giro d’Italia ed altri grandi eventi sportivi che avranno come palcoscenico la Calabria.

La rinnovata formula del Torneo delle Regioni, che da questa stagione prevede lo sdoppiamento della competizione in due eventi, uno dedicato al futsal ed uno al calcio a 11, ha ridotto l’impatto numerico dei partecipanti, ma l’organizzazione resta in generale una grossa sfida. Saranno infatti 2000 le presenze tra atleti e staff suddivisi per le varie selezioni regionali, 14 gli impianti di gioco, 10 i comuni coinvolti e 13 le strutture alberghiere messe a disposizione per le ospitalità delle delegazioni. Sabato 28 maggio si terrà invece la cerimonia inaugurale al Parco della Biodiversità di Catanzaro con la parata degli atleti.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA