X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Se la fiera di San Giuseppe il 19 marzo è l’inizio della primavera, la festa del Crocifisso alla Riforma, il 3 maggio, è il preludio alle belle giornate, che poi trovano il loro compimento con la festa di settembre della Madonna del Pilerio. C’è un calendario naturale alle varie feste religiose cittadine, che segnano i tempi ed i luoghi. Naturalmente senza dimenticare la processione di San Francesco di Paola, compatrono della città, che capita tra fine maggio e l’inizio di giugno. 

Tra le cose da non perdere, alla Riforma la fiera mercato, alla riscoperta dei sapori della “nostra” terra”, con la festa della pasta ed un concorso, rivolto a quanti amano la fotografia.

Ma quest’anno gli organizzatori della festa del Crocifisso hanno fatto coincidere, per ciò che riguarda le “manifestazioni ricreative di piazza” la loro festa, molto sentita dagli abitanti del quartiere, e non solo, con il centenario della presenza della Cgil di Cosenza in piazza della Vittoria, così alcuni spettacoli sono stati “condivisi” dai due programmi. Qualcuno griderà al miracolo… Chissà.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares