X
<
>

Condividi:

MONTEGIORDANO (COSENZA) – Trasportavano in auto 1,6 chilogrammi di eroina, nascosta nella macchina presa a noleggio. Si tratta di due donne italiane, sorprese dai militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Montegiordano durante un controllo stradale.

Le due donne, dell’età di 36 e 28 anni originarie e provenienti da Taranto, dopo essere state fermate dalla pattuglia di finanzieri, hanno cercato di far concentrare l’attenzione del cane antidroga” C-Quanto” verso una piccola dose “esca” di hashish, riposta in tutta evidenza all’interno di una cavità dello sportello anteriore dell’autovettura. L’evidente stato di nervosismo palesato dalle due persone controllate e l’esperienza dei militari, hanno comunque indotto a proseguire, con maggiore accuratezza, l’ispezione della macchina. Ben occultati sotto il sedile dell’auto, sono stati rinvenuti tre panetti di eroina.

Le due responsabili sono state tratte in arresto nella Casa circondariale di Castrovillari. Le analisi chimiche effettuate presso un laboratorio specializzato hanno quindi permesso di stabilire l’elevato grado di purezza della droga sequestrata, dalla quale sarebbero state estratte quasi 10.000 dosi, che, sul mercato dello spaccio, avrebbero potuto fruttare un guadagno pari ad oltre 150.000 euro. Le due donne sono state processate per direttissima ed entrambe condannate, dal giudice del Tribunale di Castrovillari, alla pena di due anni e otto mesi di reclusione, oltre alla multa di 14.000 euro per ciascuna responsabile.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA