X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Indagini per verificare se il rogo sia stato appiccato come ulteriore attentato alla statua di Michele Bianchi

di SETTIMIO ALO’

BELMONTE CALABRO (CS) – Un imponente incendio ha colpito l’area che ospita il monumento Michele Bianchi di Belmonte Calabro, in provincia di Cosenza, con le fiamme che hanno avvolto gran parte della collina.

Una situazione che ha sconvolto la popolazione e chi tempestivamente è intervenuto per evitare il peggio. La presenza del forte vento ha facilitato l’estensione del fenomeno.

Sono stati allertati i vigili del fuoco, il comando carabinieri di Belmonte, il comandante Sergio Avolio della Guardia Forestale di Longobardi, la centrale di Calabria Verde antincendio, i vigili comunali. Operazione di soccorso svolta con massimo impegno e celerità per scongiurare pericolo per tutti.

Non è chiaro se il rogo sia partito dalla statua o dall’area boschiva, per questo sono partite le verifiche. Il sindaco di Belmonte, Francesco Bruno, ha voluto ringraziare tutte le persone che hanno partecipato alle attività di soccorso e che hanno dato un significativo supporto fino a tutta la notte.

Non è la prima volta che la statua subisce attentati. Dopo gli sfregi e gli imbratti con vernice di qualche settimana fa, il nuovo gesto rischia di aggiungere ulteriore allarmismo.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares