L'asfalto di risulta individuato

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Tempo di lettura < 1 minuto

ROVITO (COSENZA) – I militari della Stazione Carabinieri Forestale di San Pietro in Guarano, coordinati dal Procuratore Capo di Cosenza Mario Spagnuolo e diretti dal Procuratore Aggiunto Marisa Manzini, hanno sequestrato tre aree all’interno del Comune di Rovito in località “Pianette” e “Cozzo”, in quanto, da un controllo effettuato è emerso che al loro interno era stato depositato un elevato quantitativo di rifiuti, consistenti in fresato d’asfalto.

A quel punto i militari hanno avviato gli accertamenti che hanno consentito di risalire alla provenienza del materiale derivato dai lavori di rifacimento stradale effettuati lungo la Strada Statale 107 Silana-Crotonese, materiale in seguito ceduto al Comune di Rovito.

Questi rifiuti e il materiale di risulta derivante da queste operazioni sono da considerarsi rifiuti da smaltire in discariche autorizzate.

Dopo gli accertamenti effettuati anche attraverso una campionatura da parte dell’Arpacal, si è proceduto al sequestro delle tre aree e alla denuncia degli amministratori comunali e delle ditte che hanno effettuato i lavori e il deposito temporaneo e incontrollato dei rifiuti con l’accusa di “gestione illecita di rifiuti”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA