Una transazione con internet

Tempo di lettura < 1 minuto

SAN GIOVANNI IN FIORE (COSENZA) – I carabinieri di San Giovanni in Fiore hanno denunciato dieci persone, con precedenti, per truffa telematica ai danni di ignari cittadini del comune silano.

In particolare, i militari hanno avviato un’indagine nell’agosto del 2017 relativa a sette episodi di truffe sul web, avvenute tramite l’utilizzo di siti web quali “subito.it”, “Facebook.com” e “E-bay”.

La tecnica utilizzata è sempre la stessa: un profilo falso per il tramite del quale viene pubblicizzato un prodotto, come ultima novità, nelle varie pagine di vendita e acquisti, con richiesta di pagamento anticipato tramite ricarica di carte prepagate, vaglia postale o, sempre più di moda, in moneta virtuale “bitcoin”.

I prodotti sono generalmente auto usate, mezzi agricoli di seconda mano, elettrodomestici, cellulari, televisori e play station. Che però, una volta saldato il pagamento, non vengono mai consegnati all’acquirente. Il meticoloso lavoro dei carabinieri ha consentito l’identificazione dei truffatori, già noti per precedenti specifici. Le indagini sono ancora in corso per definire l’entità del fenomeno. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •