L'area sequestrata

Tempo di lettura < 1 minuto

ROCCA IMPERIALE (COSENZA) – Ennesimo sequestro di opere abusive realizzate su un’area demaniale effettuato sulle coste calabresi. In particolare, la Guardia costiera ha posto i sigilli su un’area di mille metri quadrati, occupata abusivamente e senza alcuna richiesta di permesso, sul litorale di Rocca Imperiale.

Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari su richiesta della Procura.

Nello specifico, si tratta di una serie di manufatti adibiti a bar, servizi annessi, tettoie con coperture in lamiera, depositi realizzati su un superficie di 350 metri quadrati e su un’area pavimentata in calcestruzzo di oltre 500 metri quadrati. Le ipotesi di reato riguardano l’occupazione abusiva di suolo demaniale marittimo, le innovazioni non autorizzate sul demanio, l’invasione di terreni pubblici, la realizzazione di opere senza permesso a costruire e senza autorizzazione paesaggistica.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •