Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Pioggia a tratti, non senza ampi sprazzi di sereno, in molte zone della Calabria e prima neve sulle vette della Sila. L’abbassamento delle temperature che si è registrato nella ultime ore nella regione, dopo il caldo anomalo che ha caratterizzato il mese di ottobre, «apre» all’arrivo dei primi fiocchi bianchi nella zona cosentina dell’Altopiano.

E’ il caso delle piste di Camigliatello, a Monte Curcio, a quasi 1.800 metri di altezza. Nelle principali località montane calabresi si spera (e lo sperano soprattutto albergatori e ristoratori ma anche amanti degli sport invernali), nell’avvio a breve della stagione sciistica. Per le prossime ore e per tutta la settimana, intanto, sono previste piogge intense, con forti raffiche di vento e mareggiate lungo le coste.

Una nuova perturbazione proveniente dal nord Africa interesserà le regioni meridionali nella giornata di domani portando oltre alle piogge venti molto forti, fino a burrasca e tempesta, e mareggiate lungo le coste esposte.
Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un’allerta meteo che prevede a partire dal pomeriggio di lunedì venti di burrasca su Sicilia e Calabria, in estensione dalla serata, alla Basilicata. Le tre regioni saranno inoltre interessate da precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense. Il Dipartimento ha anche
valutato una allerta arancione per rischio idrogeologico e idraulico su gran parte della Basilicata e della Calabria e su tutto il territorio della Sicilia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •