X
<
>

Mario Pizzino

Tempo di lettura < 1 minuto

PAOLA – L’altro ieri militari del Nucleo antisofisticazioni dell’Arma dei Carabinieri di Cosenza hanno effettuato perquisizioni e sequestri a carico di Mario Pizzino, ex sindaco facente funzione di Amantea e Alfredo Citrigno, imprenditore calabrese e presidente della Sezione Sanità di Unindustria Calabria.

Gli specialisti dell’Arma hanno agito su delega di indagine della Procura della Repubblica di Paola. L’inchiesta, coordinata dal Procuratore Pierpaolo Bruni e dal sostituto procuratore Teresa Valeria Grieco, riguarda l’apertura di un Centro Diagnostico e Poliambulatorio Specialistico ad Amantea.

Pizzino e Citrigno sono indagati in concorso per corruzione in quanto – secondo la Procura – si sarebbero accordati per l’apertura del Centro di Citrigno, realizzato dentro immobili di proprietà della famiglia Pizzino di Amantea, consumando forzature amministrative, in violazione di legge, delegando alla firma degli atti l’allora vice sindaco (non indagato), essendo costretto, Pizzino, ad astenersi.

Le indagini sono in atto. Al vaglio degli inquirenti telefoni, computer, tablet e numerosi documenti.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA