X
<
>

L'auto distrutta

Tempo di lettura 2 Minuti

La cassanese Michela Praino, 20 anni, e il ragazzo diciottenne marocchino, Acrem Ajari, due delle vittime del tragico incidente avvenuto questa mattina intorno alle 10 sulla statale 106 nei pressi del ponte sul Crati che fa da confine tra i comuni di Cassano Jonio e Corigliano Rossano, lavoravano entrambi in una attività commerciale presso il villaggio turistico di Marina di Sibari.

Le tre vittime

Entrambi, stante al ricordo di chi li ha conosciuto, erano ragazzi solari amanti della vita e sempre con il sorriso sui i loro gioviali visi. Questa mattina si erano portati, insieme alla ventunenne castrovillarese, Eleonora Recchia, terza vittima dell’incidente, appresso il centro commerciale ” I Portali” di Corigliano-Rossano per fare degli acquisti.

Al loro ritorno il tragico impatto sul ponte del Crati. Una tragedia che ha commosso un’ intera comunità e che ha inondato le pagine social con ricordi e con attestati di affetto e vicinanza nei confronti delle vittime e delle loro famiglie.

Il sindaco di Cassano, Gianni Papasso, e l’intera amministrazione comunale, certi di interpretare il sentimento di tutta la comunità, visto il tragico evento che nella mattinata ha portato via tre giovani vite lasciando un sentimento di sgomento in tutta la popolazione, hanno invitato gli esercenti delle attività commerciali, soprattutto quelle ubicate nelle zone marine, di astenersi dal diffondere musica o svolgere intrattenimenti che possano rilevarsi contrari al senso di dolore presente nella comunità cassanese.

“La morte di tre giovani per un incidente dovuto a una tragica fatalità avvenuta alla vigilia del Ferragosto lascia – si legge nella nota diramata dall’amministrazione comunale di Cassano – tutti senza parole e ci invita a stringersi intorno alle famiglie per manifestare loro la vicinanza e condivisione del dolore. Auspichiamo che tale invito possa essere raccolto da tutti considerato che sono state strappate alle loro famiglie delle giovani vite che erano parte della nostra comunità. Rimaniamo senza parole di fronte a questi eventi che in un attimo precipitano tutti in un sentimento di dolore e colpiscono la vita di familiari ed amici in modo indelebile. Riteniamo inoltre importante evidenziare come ancora una volta – conclude la nota – la strada mieta vittime innocenti al quale le istituzioni e la cittadinanza devono reagire insieme affinché si faccia ogni sforzo per ridurre al minimo il rischio che accadano eventi simili. Colpiti dalla tragicità dei fatti, ci stringiamo alle famiglie auspicando che la comunità cassanese dimostri la solita consueta sensibilità e vicinanza alle vittime di eventi tragici come quello di stamattina».

Frattanto, l’Amministrazione comunale di Castrovillari con l’Associazione Sorgente della Pietà hanno deciso, congiuntamente, di sospendere la manifestazione civile in programma questa sera per la ricorrenza religiosa della Madonna della Pietà in seguito al tragico incidente.

«Tale scelta, necessaria, – si legge in una nota – è stata accompagnata dal cordoglio dell’Amministrazione e dell’Associazione alle famiglie delle vittime. Profondamente turbato il Sindaco, Domenico Lo Polito, ha tratteggiato questo amaro lutto che segna la comunità e che priva di parole ma non di emozioni forti e di sconforto».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA