X
<
>

L'elisoccorso in dotazione all'Asp di Cosenza

Tempo di lettura < 1 minuto

ACRI (COSENZA) – È stato punto da una vespa due volte in due giorni. La seconda puntura, però, si è rivelata fatale. È morto così F. F., un anziano residente di contrada Chimento ad Acri.

Il primo incidente risale a venerdì. L’uomo è stato punto da una vespa e si è recato presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Acri. Qui gli operatori sanitari gli hanno prestato le cure del caso e dopo averlo visitato e medicato lo hanno dimesso.

Nella giornata di ieri, però, si è ripetuto lo stesso incidente. L’uomo è stato punto da una vespa, ma stavolta la reazione è stata più violenta, tanto da indurre i familiari ad allertare immediatamente il 118.

Per soccorrere l’uomo si è alzato da Cosenza l’elisoccorso (tornato in servizio, con il mezzo in dotazione all’Asp bruzia, nella giornata di venerdì). Quando l’équipe medica è arrivata sul posto ha dovuto constatare però che per l’uomo non c’era più nulla da fare.

I soccorsi si sono rivelati vani e l’uomo è deceduto, probabilmente a causa di uno shock anafilattico causato dalla puntura della vespa. (Ha collaborato Piero Cirino)

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA