X
<
>

I controlli durante dei controlli

Tempo di lettura < 1 minuto

CETRARO (COSENZA) – Festa di compleanno in un casolare con tanti giovani senza mascherina incuranti delle norme per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid 19, beccati in flagranza dai Carabinieri.

Il fatto è accaduto a Cetraro dove, tra sabato e domenica, presso un casolare ubicato lungo la strada statale 18 era stato organizzato un party in grande stile con musica e balli.

I festeggiamenti proseguivano allegramente e tutti i convenuti si stavano divertendo come se nulla fosse, nonostante il coprifuoco, quando all’improvviso, allertati da una chiamata anonima, sono piombati i Carabinieri della compagnia di Paola agli ordini del capitano Giordano Tognoni che subito hanno posto fine alla festa clandestina.

I militari dell’Arma hanno beccato venti persone tutti giovani tra i 20 e 30 anni di età, e tutte erano senza mascherina ed inoltre, non stavano rispettando il distanziamento sociale, in quanto intente a far baldoria l’uno vicino all’altro. Tutti i presenti sono stati identificati sul posto dai carabinieri i quali hanno accertato che i predetti giovani non erano conviventi e neanche erano legati da parentela.

I militari dell’Arma hanno, quindi, proceduto nei loro confronti comminando la sanzione amministrativa prevista dalla normativa anti covid che vieta, tra le altre cose, anche gli assembramenti. A ciascun ragazzo è stata inflitta una multa di 280 euro per un totale di 5600 euro. Una festa di compleanno che sicuramente nessuno dimenticherà, né il festeggiato/a e né, tantomeno gli invitati.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA